Tu sei qui

Adp. Stress in ufficio per il 91% dei dipendenti europei

Stress

Roma, 14 gennaio 2016 – Lo stress sul posto di lavoro è un fattore che troppo spesso ci coinvolge e si riverbera anche dopo aver concluso il turno e tornati a casa. C’è da portare a termine progetti, a completare processi lavorativi con i tempi dati dal responsabile, spesso troppo stretti. E a sua volta il responsabile ha i suoi responsabili a cui deve dar conto e finisce per essere stressato anche lui.

E non sembra solo un problema dei posti di lavoro nel nostro Bel Paese, ma certamente europeo e, probabilmente mondiale.

Per capirne di più sui livelli di stress sui luoghi di lavoro, è stata condotta una ricerca a livello europeo da Adp, fornitore mondiale di soluzioni di Human capital management (Hcm), e i numeri che ne derivano sono tutt’altro che confortanti.

Lo stress relativo all’eccessivo lavoro minaccia il benessere del 91% dei dipendenti europei, praticamente quasi la totalità. Per il 44% degli intervistati lo stress è un fattore costante nel loro ruolo e si sentono spesso o molto spesso stressati, mentre il 47% afferma che ne soffre di tanto in tanto.

I datori di lavoro potrebbero certo aiutare a superare questa condizione ma un quarto dei dipendenti ritiene che il proprio datore di lavoro non li stia aiutando a gestire lo stress e un quinto (19%) pensa che ignori i loro livelli di stress.

Lo stress nel luogo di lavoro è particolarmente sentito dal 5% dei dipendenti tanto che questi arrivano a considerare di lasciare il lavoro.

Ma qual’è il Paese Europeo dove si ci stressa di più al lavoro? I dipendenti polacchi sembrano i più stressati (54%), mentre i lavoratori olandesi sono i meno stressati (35%). Dopo i polacchi i più stressati sono i tedeschi (50%) e francesi (44%), a pari merito con gli italiani (44%). Seguono spagnoli (41%), inglesi (43%), svizzeri (38%).

Lucia Bucci, Hr Director di Adp, spiega che “Un certo livello di stress è parte integrante della vita lavorativa della maggior parte dei dipendenti e talvolta può rendere il lavoro più dinamico. Tuttavia, l’eccessivo e frequente stress e’ una delle più grandi minacce per una forza lavoro moderna, che colpisce il morale del personale, la produttività e l’efficienza. Le imprese dovrebbero pertanto fare attenzione a come i loro dipendenti si sentono e garantirne il benessere”.

Donato Paolino

Laureato in Giurisprudenza unisce alla professione di consulente internet la passione della scrittura sul web collaborando sin dal 2000 a diversi progetti editoriali e divulgativi.
Nel 2015 ha iniziato a curare NotizieFree.it senza alcuna presunzione di offrire informazione ma al semplice fine di accendere lo spunto della libera espressione dell'opinone e della testimonianza dei lettori, ricercando una scrittura semplice ed essenziale.

Articoli simili

Lascia un commento

 
Top