Aldo Moro. Riaperto Dossier Gradoli: Ris analizzano reperti trovati nel covo delle Br

Roma, 12 agosto 2015 – E’ stato riaperto il Dossier Gradoli, ora i Ris, il Reparto Investigazioni Scientifiche dei carabinieri, su incarico della Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro, dovranno indagare sui reperti recuperati nel covo delle Brigate Rosse di Via Gradoli a Roma.

[easy_ad_inject_1]I Ris analizzeranno dunque tutti i reperti ritrovati, compresi gli abiti che Aldo Moro indossava il giorno della sua morte, avvenuta, ricordiamo, il 9 maggio del 1978.

Nel condurre le indagini, i Ris dovranno tener conto anche del profilo genetico di Aldo Moro, estraendo dai reperti anche il Dna e il maggior numero di informazioni utili al caso, tutte analisi che all’epoca non erano ancora in grado di eseguire e che oggi grazie ai progressi della tecnologia potrebbero fare ulteriore luce su una triste pagina della Repubblica italiana che è rimasta fortemente impressa nella memoria di tutti i cittadini.

Intanto, si apprende che uno dei magistrati della Commissione parlamentare che ha riaperto il Dossier Gradoli sul caso Moro, abbia sentito una testimone importante, la quale avrebbe riferito che nel covo dove lo statista veniva tenuto prigioniero ci abitasse anche una persona bionda “dagli occhi di ghiaccio” che usciva dallo stabile la mattina molto presto vestito con una divisa che ricordava l’Aviazione commerciale.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *