You are here
Home > Scienza e Tecnologia > Allarme per la barriera corallina australiana: colpa del riscaldamento globale

Allarme per la barriera corallina australiana: colpa del riscaldamento globale

Fallback Image

E’ stato lanciato l’allarme per la grande barriera corallina dell’Australia, patrimonio dell’umanità UNESCO.
A quanto si apprende il monitoraggio aereo effettuato sui 2.300 chilometri della barriera corallina mostrerebbe il rischio “desertificazione oceanica” della zona. Il 93% della superficie sarebbe già interessata da fenomeni di sbiancamento.

Lo sbiancamento dei coralli si verifica quando, per effetto delle acque più calde, i coralli espellono un’alga fondamentale che assicura loro il nutrimento e il caratteristico colore.

A lanciare l’allarme è stato un gruppo di scienziati dell’ARC Centre della James Cook University, guidato dal biologo Terry Hughes dopo il monitoraggio aereo.

Il fenomeno “è il più grave che abbiamo mai documentato”, ha spiegato Hughes “Lo spettacolo al quale abbiamo assistito è straziante. La metà settentrionale della Grande barriera risulta gravemente danneggiata, dalla Nuova Guinea verso Sud per circa mille chilometri. È come se dieci cicloni l’avessero colpita simultaneamente”.

La colpa del disastro ambientale sarebbe il riscaldamento globale, conosciuto anche come “global warming” che, secondo Hughes,è connesso ai “mutamenti del clima di origine antropica”.

Quanto è responsabile El Nino? per Hughes El Nino è solo un’aggravante: l’unica soluzione possibile è “ridurre le emissioni di CO2”.

La soluzione è anche necessaria non solo per motivi di tutela ambientale ma anche per l’economia che la barriera corallina australiana muove: “poiché le attività turistiche legate alla barriera danno lavoro a 70 mila persone soltanto nel Queensland” ricorda l’esperto.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top