Allarme Sla. Aumenteranno del 32% i casi nel mondo entro il 2040

sla

Allarme aumento malati di Sla nei prossimi 24 anni. Nel 2040 sarà del 32% l’aumento medio dei malati di Sla, Sclerosi Laterale Amiotrofica nel mondo. Entro quell’anno si arriverà a 370 mila casi nel mondo contro i 200 mila registrati nel 2015.

Lo rivela uno studio scientifico italo americano, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Nature Communication, che fornisce una previsione su frequenza e prevalenza della sla nel mondo nei prossimi 24 anni. Secondo lo studio, in Italia si assisterà ad un aumento di nuovi casi di sla salirà da 1800 a 2300 all’anno entro il 2040.

La malattia “varierà da circa il 20% in Europa al 35% negli Stati Uniti a oltre il 50% in Cina. In Africa ci sarà un incremento del 100%” rivela a Quotidiano.net il professor Adriano Chiò, responsabile del Centro Sla dell’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino che ha collaborato allo studio insieme con il National Institutes of Health di Bethesda.

Le più colpite saranno le donne – In particolare ad essere colpite saranno le donne con un aumento di malate di Sla del 40% “Perché sono diventate sempre più simili agli uomini, nel bene e nel male. Male il fumo, che rientra tra i fattori di rischio. Bene l’accesso a professioni manuali o a sport intensivi, che però costituiscono altri fattori di rischio. Meglio se certe cose non le avessero copiate, ma è un pacchetto completo: prendi tutto o niente” spiega Chiò.

Sulle decorso della sla “Non c’è una regola – dice il professore – Dai primi sintomi muscolari e di disturbo della parola alla perdita di autonomia possono passare anni. L’uomo si adatta a tutto. Trovo nei miei pazienti una quantità di energia straordinaria. E spesso sono loro a fare coraggio a me”.

La sla (acronimo di sclerosi laterale amiotrofica, chiamata anche malattia di Lou Gehrig (dal nome di un giocatore di baseball, la cui malattia nel 1939 sollevò l’attenzione pubblica), o malattia di Charcot o malattia dei motoneuroni, è una malattia neurodegenerativa progressiva del motoneurone, che colpisce selettivamente i motoneuroni, sia centrali, sia periferici. La SLA è caratterizzata da rigidità muscolare, contrazioni muscolare e graduale debolezza a causa della diminuzione delle dimensioni dei muscoli. Ciò si traduce in difficoltà di parola, della deglutizione e, infine, della respirazione.

Secondo l’osservatorio di malattie rare l’incidenza è di circa 1 – 3 casi ogni 100.000 abitanti all’anno. In Italia si stimano almeno 3.500 malati e 1.000 nuovi casi all’anno. La prevalenza, cioè il numero di casi presenti sulla popolazione, è in aumento: questo grazie alle cure che permettono di prolungare la vita del malato.

Tra le associazioni più attive sul tema Sla, si segnala l’Aisla, L’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, che sarà presente in oltre 150 piazze in tutta Italia in occasione della IX Giornata nazionale sulla SLA il prossimo 18 settembre 2016 per raccogliere fondi da destinare all’assistenza delle persone colpite dalla malattia

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *