Alta velocità tra Genova e Torino. Fassino e Doria chiedono Tav a Ferrovie dello Stato

Torino, 1 maggio 2015 – I sindaci di Torino e Genova, Piero Fassino e Marco Doria, stanno studiando la possibilità di avere una linea ferroviaria ad alta velocità che colleghi le rispettive città.

Per questo hanno inviato una lettera comune all’amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Michele Elia e al ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Graziano Delrio chiedendo un incontro per illustrare la loro idea.

[easy_ad_inject_1]

“Grazie all’alta velocità l’Italia è diventata un paese più moderno, più coeso, più competitivo. E sono evidenti e riconosciuti i benefici sulle attività economiche, sociali e culturali sulla vita delle persone e della comunità. Così come l’alta velocità, accorciando sensibilmente i tempi di collegamento, cambia e amplia lo spazio entro cui pensare e progettare lo sviluppo e il futuro di ogni città”

scrivono Fassino e Doria.

Per tutte queste ragioni i due sindaci chiedono un incontro

“per verificare la possibilità di istituire l’alta velocità tra Torino e Genova, due città che in questi anni hanno conosciuto profonde trasformazioni che tutte sollecitano sistemi di mobilità rapida e una intensificazione dei collegamenti funzionale ai crescenti processi di interazione tra due aree metropolitane strategiche per l’Italia”

.

Attualmente i 140 chilometri che separano i due capoluoghi sono coperti da Intercity, con un tempo di percorrenza di un’ora e 50 minuti

“quando l’alta velocità sarebbe in grado di collegare le due città in 50 minuti, con evidenti significativi benefici sulla vita delle due città e dei loro territori metropolitani”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *