Amy Winehouse. Il padre e l’ex fidanzato della cantante lavorano al film “Verità”

Londra (Regno Unito), 6 luglio 2015 – Mitch Winehouse e Reg Traviss, rispettivamente padre ed ex fidanzato di Amy Winehouse stanno lavorando ad un nuovo film “Verità” che racconterà la vera storia dell’artista venuta a mancare precocemente, a soli 28 anni, e che servirà a smentire quanto raccontato nel docu-film di Asif Kapadia, in uscita questo fine settimana nelle sale cinematografiche del Regno Unito.

[easy_ad_inject_1]Mitch Winehouse non aveva affatto gradito il modo in cui era stati raccontati e rappresentati nel film di Asif Kapadia, gli ultimi tre anni di vita della figlia che mettevano in risalto una ragazza abbandonata e non seguita dalla famiglia.

“Non vogliono che la gente capisca solo che negli ultimi tre anni ci sono stati alcuni momenti terribili, perché ci sono stati anche alcuni momenti meravigliosi. Il film racconta una Amy come in una spirale discendente dal 2008 al 2011”

dice Mitch Winehouse.

Ecco perché Mitch Winehouse e Reg Traviss hanno deciso di realizzare un documentario che affronterà tutte le questioni sollevate nel film di Kapadia. Mitch e Reg stanno pensando di fare qualcosa per correggere tutti i torti e le omissioni nel nuovo film, avrebbe riferito una fonte vicina ai due.

Il film di Kapadia ha provocato già molte polemiche e il padre di Amy Winehouse vuole che la gente sappia la verità e che non è stato un padre assente che ha impedito alla figlia di andare in riabilitazione. La storia di Amy Winehaouse, una delle più belle voci femminili al mondo che forse sarà difficile ritrovare in un’altra artista, lascia davvero dietro di sé tanta tristezza.

Il successo arrivato in fretta, la bulimia e la depressione che non l’abbandonavano, l’alcol e la droga, l’hanno portata via nonostante i ricoveri in centri specializzati. Una scomparsa arrivata all’improvviso a soli 28 anni, nel pieno di una carriera che poteva portarla a livelli davvero altissimi. Quanto a talento, Amy, cantautrice, stilista e produttrice discografica britannica, ne aveva da vendere ma la vincitrice di cinque Grammy Awards non è riuscita a vincere la sua battaglia più importante.

“Diremo la verità su Amy, cosa che non ha fatto Kapadia. Non è vero che abbiamo lasciato Amy per la sua strada negli ultimi tre anni della sua esistenza. Lo ritengo un insulto a tutta la famiglia. Ho detto loro detto che sono una disgrazia e che si sarebbero dovuti vergognare per quello che hanno fatto. Avevano la possibilità di fare un film meraviglioso e invece hanno fatto tutto questo”

ha detto Mitch Winehouse nel corso di un’intervista alla rete televisiva ITV.

A lasciare ancora di più nello sconcerto il padre di Amy Winehouse sono alcune dichiarazioni rilasciate dall’ex marito della cantautrice, Blake Fielder-Civil, da cui Amy divorziò nel 2009.

“Mi accusa di essere il primo responsabile per la morte di Amy, quando è stato lui a iniziarla all’uso di crack ed eroina. Se emergesse la verità sul suo conto, Blake potrebbe nemmeno più girare per strada”

ha detto Mitch Winehouse nel corso di un’intervista al Sun.

[easy_ad_inject_2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *