You are here
Home > Società > Masterchef. Cracco cucina un piccione in tv. Aidaa lo denuncia “Si tratta di un volatile protetto”

Masterchef. Cracco cucina un piccione in tv. Aidaa lo denuncia “Si tratta di un volatile protetto”

Fallback Image

Aidaa denuncia Cracco per aver cucinato in tv un piccione. La Lav e il presidente del consiglio regionale veneto difendono lo chef. La replica di Aidaa alla Lav: Teniamo la denuncia
Roma, 1 marzo 2016 – Il famoso chef Carlo Cracco, giudice di Masterchef Italia, è nel mirino degli animalisti per aver cucinato un piccione in televisione durante la puntata di Masterchef in onda su Sky il 14 gennaio scorso.

L’associazione animalista sul piede di guerra è l’Aidaa (acronimo di Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) che ha depositato attraverso il suo presidente Lorenzo Croce formale denuncia alla Procura di Milano.

Nessuno discute che Carlo Cracco sia un grande chef” scrive l’Aidaa sul suo sito webma il fatto che vada in tv a presentare un piatto a base di carne di piccione che è un animale protetto dalla legge nazionale ed europea rappresenta un reato penalmente rilevante che non potevamo far finta di non vedere per questo motivo proprio oggi ho firmato ed inviato la denuncia contro il signor Carlo Cracco alla procura di Milano per violazione della legge nazione di tutela della fauna selvatica e della direttiva europea 147/2009

Non sarebbe dello stesso parere un’altra associazione, la Lav (lega anti vivisezione) secondo la quale non ci sarebbe stata alcuna violazione in quanto il piccione cucinato da Cracco non sarebbe protetto da alcuna normativa europea.

A chiarire il concetto è il presidente della Lav Gianluca Felletti che, come riporta il Corriere spiega “Essere nati in un allevamento o in natura fa la differenza. Almeno per la legge che protegge i piccioni, di campagna come di città. Ma non evita a quelli fatti nascere apposta per essere uccisi, negli allevamenti, di finire in casseruola. Non si poteva pensare che gli autori di una trasmissione televisiva di successo sarebbero cascati su un errore formale del genere“.

A difesa di Cracco si schiera anche Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, che sul Fatto Quotidiano dichiara: “La norma impedisce l’abbattimento del Piccione selvatico”, ma se Cracco ha cucinato “come penso, un piccione di allevamento non vedo perché denunciarlo”.

La replica di Aidaa: teniamo la denuncia – “complimenti alla lav. sostiene che è lecito uccidere i piccioni..” replica Lorenzo Croce con un commento a Notizie Free, “ma possibile che non hanno ancora capito che in padella non ci finiscono solo i piccioni di allevamento ma migliaia di piccioni cuccioli uccisi nelle campagne italiane? Felicetti dovrebbe uscire dagli uffici e scendere dal piedistallo e cominciare a camminare per la campagna italiana. Teniamo ovviamente la denuncia.”

Similar Articles

One thought on “Masterchef. Cracco cucina un piccione in tv. Aidaa lo denuncia “Si tratta di un volatile protetto”

  1. complimenti alla lav. sostiene che è lecito uccidere i piccioni.. ma possibile che non hanno ancora capito che in padella non ci finiscono solo i piccioni di allevamento ma migliaia di piccioni cuccioli uccisi nelle campagne italiane? Felicetti dovrebbe uscire dagli uffici e scendere dal piedistallo e cominciare a camminare per la campagna italiana. Teniamo ovviamente la denuncia.

Lascia un commento


Top