L’ansia è legata alla sedentarietà. Lo rivela uno studio australiano

Melbourne (Australia), 20 giugno 2015 – Trovato legame tra ansia e sedentarietà. Le persone che trascorrono gran parte della giornata stando sedute, magari davanti al pc, sono più propense a sentirsi ansiose. Insomma, sembra che la sedentarietà vada seriamente a braccetto con l’ansia. E’ quanto emerge da un recente studio australiano, pubblicato su BMC Public Health, che rivela, appunto, che il rischio di essere ansiosi aumenta proporzionalmente all’aumento del tempo che trascorriamo fermi e seduti, davanti a un computer piuttosto che alla televisione o alla scrivania mentre lavoriamo e fissiamo uno schermo.

[easy_ad_inject_1]Nella società in cui viviamo, specie nei paesi sviluppati, stare seduti per lungo tempo è diventata la norma. I ricercatori della Deakin University a Melbourne (Victoria), in Australia, guidati da Megan Teychenne, consigliano di trascorrere più tempo in piedi per evitare che la sedentarietà diventi causa di forti stati di ansia.

“E’ anche possibile che stare troppo tempo seduti possa influenzare il benessere mentale. Potrebbe trattarsi di un percorso indiretto. Se, ad esempio, le persone non riescono a dormire bene perché passano troppo tempo online o a guardare la tv, ciò potrebbe contribuire ad un aumento dell’ansia. Ma la causa potrebbe essere anche più diretta, come l’attività sedentaria dei videogiochi che stimola costantemente il sistema nervoso”

ha spiegato Megan Teychenne, capo ricercatore e docente presso il Centre for Physical Activity and Nutrition Research della Deakin University in Australia, l’autrice principale dello studio.

Il punto importante, spiega Teychenne, è che esiste una relazione tra lo stare seduti per tempi prolungati e l’ansia, e questo legame necessita certamente di ulteriori studi.

“Oggi, stiamo assistendo ad un aumento dei sintomi di ansia nella nostra società moderna, che sembra parallelo all’aumento dei comportamenti sedentari. Eravamo interessati a vedere se questi due fattori erano collegati. Inoltre, dal momento che la ricerca ha dimostrato associazioni positive tra il comportamento sedentario e i sintomi depressivi, questo è stato un altro fondamento per indagare ulteriormente sul legame tra i sedentari e i sintomi comportamentali e di ansia”

ha detto Megan Teychenne.

I ricercatori hanno analizzato i risultati di nove studi che hanno specificamente esaminato l’associazione tra comportamento sedentario ed ansia. In cinque dei nove studi hanno osservato che un aumento di comportamenti sedentari è stato associato ad un aumentato rischio di ansia. Mentre in quattro di questi studi è stato rilevato che il tempo seduta totale è stato associato ad aumento del rischio di ansia.

“E’ importante comprendere i fattori comportamentali che possono essere collegati all’ansia, al fine di sviluppare strategie basate sull’evidenza per la prevenzione e gestione di questa malattia. La nostra ricerca ha dimostrato che le prove riscontrate suggeriscono un’associazione positiva tra seduta di tempo e sintomi di ansia. Tuttavia, il senso di questo rapporto deve ancora essere determinato attraverso studi longitudinali e interventistici”

ha detto la Teychenne.

E’ un po’ come il mistero dell’uovo e della gallina, non si è capito ancora se è venuta prima l’ansia o lo stile di vita sedentario. Gli studi si sono concentrati sul tempo trascorso davanti allo schermo, e sono giunti a conclusioni contrastanti. Alcuni hanno suggerito un collegamento con l’ansia e altri no.

“Quello che possiamo dire è che sappiamo che il tempo in generale trascorso stando seduti, che spesso implica l’uso di computer, televisione, smartphone e altri dispositivi elettronici, è risultato legato a livelli più elevati di sintomi di ansia. Quindi, è importante che teniamo a mente durante la nostra vita la quantità del tempo che passiamo stando seduti, giorno per giorno”

conclude la Teychenne.

Nell’attesa di ulteriori ricerche, i ricercatori consigliano ai sedentari di aumentare l’attività fisica che ci mette sicuramente in uno stato psichico ed emotivo più sereno e tranquillo. Basta anche una passeggiata di mezz’ora o un’ora al giorno per avere effetti positivi sia sul fisico che sulla salute mentale.

[easy_ad_inject_2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *