You are here
Home > Economia > Antitrust UE. Google a rischio di forti sanzioni economiche

Antitrust UE. Google a rischio di forti sanzioni economiche

google

Mountain View, 3 aprile 2015 – Google sotto il mirino dell’Antitrust europeo che potrebbe presto avviare le prime procedure destinate a trasformarsi in pesanti sanzioni così come già successo sempre nei confronti dell’azienda di Mountain View da parte dell’Antitrus USA.
Non c’è ancora alcuna ufficialità dall’Antitrust ma secondo il Wall Street Journal che cita fonti europee parla di indagine è in corso”, ma proprio il procedimento americano quello che potrebbe dare spunti importanti all’omologo organo dell’Unione Europea. E non è la prima volta che l’Europa penalizza fortemente un colosso americano dell’informatica: famoso fu la battaglia dell’allora Commissario europeo Mario Monti che multò la Microsoft con una maxi-multa da quasi 500 milioni di euro per abuso di posizione dominante.

[easy_ad_inject_1] Il punto controverso riguarda principalmente il motore di ricerca di Google, considerato con i suoi tanti snippet limitativo della concorrenza. Dal meteo alle mappe, dalle news alle classifiche di sport, Google con i suoi snippet speciali monopolizza una gran fetta di informazioni e toglie milioni di visite a siti web che lavorano per produrre contenuti.

Ultimamente inoltre gli snippet di Google stanno riguardando anche il settore biografie e soprattutto, economicamente rilevante, quello dello shop facendo apparire nelle prime posizioni le pubblicità Adwords e il sistema di Merchant Center, i prodotti di determinati siti con l’indicazione del prezzo.

Il tutto a danno di ciò che una volta era chiamato posizionamento organico, gratuito, il più delle volte meritato soprattutto dopo che nel 2004 Google introdusse Trust Rank come correzione del vecchio Page Rank, vittima di continui attacchi di spam prima di allora.

Negli Stati Uniti sono inoltre già attivi snippet che presto arriveranno in Europa che toglieranno altra visibilità ai siti web: quotazioni di borsa e, soprattutto, voli aerei e comparazioni tariffe assicurative, settore economicamente molto sensibile.

Il tutto senza aver risolto fino in fondo il problema di siti poco meritevole che compaiono nelle prime posizioni: nonostante Panda, Penguin e LinkBird, i Search Engine Optimizator riescono ancora a far posizionare siti sfruttando la vecchia “link building” mediante link a pagamento vendute a prezzo d’oro da società regolari che su questo fanno il loro bravo business.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top