Lascia l’eredità agli animali ma non alla figlia: la Corte britannica rettifica la volontà testamentaria

Londra (Regno Unito), 29 luglio 2015 – La Corte d’appello britannica, in ottemperanza ai principi del civil law, ha scavalcato la volontà testamentaria di un’anziana donna inglese che aveva lasciato tutta la sua cospicua eredità di ben 700mila euro agli amici a quattro zampe, facendo rimanere senza una sterlina la figlia di 54 anni.

[easy_ad_inject_1]Questi i fatti accaduti in Gran Bretagna che stanno facendo molto discutere l’opinione pubblica su una sentenza che si impone sulla libera volontà testamentaria delle persone.

Un’anziana inglese, venuta a mancare alla tenera età di 94 anni, ha deciso di destinare tutta la sua eredità a favore di un’associazione animalista per la tutela degli animali senza lasciare nulla alla figlia, peraltro in condizioni di povertà.

Lasciare la propria eredità ad un animale o ad un’associazione animalista è una notizia che spesso abbiamo commentato favorevolmente, in quanto gli anziani ereditieri ci hanno abituati a belle notizie e iniziative del genere.

Ma in questo caso a fare la differenza è stato il fatto che l’anziana avesse una figlia alla quale non aveva lasciato nulla delle sue proprietà del valore di circa mezzo milione di sterline, pari a 700mila euro, che aveva invece destinato mediante testamento agli amati animali.

Ebbene, chiamata ad intervenire la Corte britannica ha assegnato alla figlia 54enne, riconosciuta dai giudici ormai sulla soglia della povertà, una quota dell’eredità pari a 164mila sterline, in quanto va rispettato il principio, nel diritto anglosassone, secondo cui un’eredità non può essere lasciata ad associazioni per la tutela degli animali senza prevedere “una ragionevole quota” per i figli.

Una sentenza d’appello che ha scatenato non poche polemiche in quanto, ritengono in molti e come riportano diversi giornali britannici, sottolinea il mancato rispetto della libera volontà individuale del defunto, pur ammettendo che la cosiddetta quota ragionevole fosse già riconosciuta dalla giustizia con sentenze che ne costituiscono un precedente.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *