Ultime notizie attentati Bruxelles, Ordigno trovato a a Schaerbeek

Bruxelles 22 marzo 2016 – Ultimi aggiornamenti sugli attacchi in Belgio. Operazioni di polizia sono in corso nel quartiere di Schaerbeek, a Bruxelles. I media locali non aggiungono dettagli per non compromettere le operazioni come richiesto dalla procura federale belga. Le ferrovie Sncb rendono noto che la polizia ha disposto la chiusura della stazione ferroviaria di Schaerbeek e di quella di Etterbeek.

Secondo i media locali durante le perquisizioni a Schaerbeek la procura belga avrebbe trovato un ordigno esplosivo con chiodi, prodotti chimici e una bandiera dell’Isis.

La polizia avrebbe tratto in arresto due sospetti terroristi suicidi pronti a colpire. L’arresto è avvenuto alla Gare du Nord. Secondo fonti locali altri terroristi sarebbero in fuga. Intanto all’aeroporto, chiuso fino a domani alle 12, è stata trovata una terza bomba inesplosa. Gli autori degli attentati si sarebbero addestrati in Iraq.

Polizia: forse individuati i sospetti terroristi dell’aeroporto: si tratterebbe di due giovani con baffi e folti capelli scuri, che spingono un carrello per il trasporto bagagli. I due sono stati ripresi dal sistema di videosorveglianza dell’aeroporto Zaventem di Bruxelles pochi istanti prima delle esplosioni che hanno provocato almeno 11 morti.

Il Premier Matteo Renzi, da palazzo Chigi, ha espresso il cordoglio per gli attentati di oggi a Bruxelles: “I terroristi hanno colpito luoghi di vita di tutti giorni, seguendo un copione triste” , già visto, ha detto. Hanno”colpito il Belgio, la capitale e il cuore dell’Ue”,ha aggiunto “se gli attentatori venivano da dentro significa che la minaccia è globale, ma che i killer sono anche locali”. Poi ha aggiunto:serve una struttura unitaria di sicurezza e difesa. L’Europa sconfiggerà i jihadisti come l’Italia ha battuto il terrorismo”.

Questa mattina su twitter Renzi aveva espresso la sua vicinanza alle vittime: “Con il cuore e con la mente a Bruxelless, Europa” ha twittato.

Belgio: tre giorni di lutto – Il ministro dell’Interno del Belgio, Jambon, ha annunciato tre giorni di lutto nazionale.

Feriti 3 italiani, non sono gravi. Tre nostri concittadini sono rimasti feriti negli attentati di Bruxelles. Lo conferma l’ambasciatore italiano a Bruxelles, Grassi che precisa nessuno di loro, “secondo le nostre informazioni, è nell’elenco dei feriti gravi”.

La rivendicazione dell’Isis – Secondo l’Agenzia Amaq, legata al califfato islamico e considerata l’organo di stampa dello Stato islamico, l’Isis rivendica gli attacchi a Bruxelles. La nota è stata diffusa attraverso un social network e sottolinea la velocità con cui gli attentati sono stati compiuti.
La rivendicazione promette anche il verificarsi di altri attacchi.

Il Primo ministro belga Michel: “Altri punti della città potrebbero essere a rischio di nuovi attacchi. Lavoriamo per stabilizzare la sicurezza. L’urgenza primaria è la cura delle vittime”.

La Croce Rossa belga ha lanciato un appello alle donazioni di sangue a chi è 0 positivo e A negativo. Gli ospedali di Bruxelles fanno sapere che non sono sufficienti mezzi e attrezzature per curare i feriti, che secondo un bilancio provvisorio sarebbero oltre 130, tra l’attentato all’aeroporto e quello alla metropolitana.
Il Capo del pronto soccorso dell’ospedale Erasme spiega che “il panico complica le cose e molte persone rischiano la vita durante le evacuazioni e le fughe dai luoghi colpiti”. Inoltre il personale non avrebbe dimestichezza con le ferite da esplosione.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto sulle bombe a Bruxelles: “La risposta alla minaccia terroristica deve trovare saldamente uniti i Paesi dell’Unione europea”.
Il Capo dello Stato ha espresso inoltre “cordoglio per le vittime e decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza”. “Obiettivo del terrorismo fondamentalista è la cultura di libertà e democrazia”, ha aggiunto, “occorre una strategia comune”, sono “in gioco la libertà e il futuro della convivenza umana”.

Gli attentati Ancora terrore in Europa con gli attentati terroristici kamikaze a Bruxelles dove si contano decine di morti ed un numero imprecisato di feriti.

Ultimo bilancio dei morti – E’ di 26 morti l’ultimo bilancio secondo le cifre fornite dai vigili del fuoco della capitale e dalla società dei trasporti Stib che gestisce la metropolitana per i due attentati avvenuti nello scalo internazionale di Zaventemen e in una stazione centralissima della metropolitana, a poche centinaia di metri dal Parlamento Europeo.

Esplosione in metro avvenuta alla stazione di Malbeek. Si è parlato anche di una seconda esplosione avvenuta alla stazione Schuman della metropolitana di Bruxelles a due passi dalle sedi delle istituzioni dell’Ue ma successivamente la notizia è stata smentita.

Intanto, è stata evacuata anche la stazione centrale della capitale belga,in seguito all’innalzamento al livello 4, quello massimo, dell’allarme per la sicurezza. Chiuse tutte le stazioni della rete metropolitana della città.

L’agenzia Ansa riporta di un testimone che racconta di aver visto una ventina di persone a terra dopo l’attacco alla stazione di Maalbeek, senza poter precisare se si tratta di morti o di feriti.

Esplosioni all’aeroporto – due esplosioni si sono verificate alle partenze dell’aeroporto “Zaventem” di Bruxelles, vicino al banco dell’American Airlines. Devastata la hall delle partenze.
Evacuato lo scalo belga. Sospesi i voli e il traffico ferroviario verso l’aeroporto.
La polizia ha chiuso ogni accesso alla strada principale che porta alle istituzioni dell’Unione Europa e tutta Bruxelles è bloccata da un immenso ingorgo di auto.

Le fermate degli autobus nel centro della città sono affollate di gente in lacrime.

Ministero degli esteri agli italiani in Belgio: non muovetevi – L’Unità di crisi della Farnesina raccomanda in un tweet “ai connazionali presenti a Bruxelles di evitare spostamenti al momento”. L’Unità di crisi è “attiva”, conclude il tweet.

Ministro Gentiloni: “Seguo con il fiato sospeso l’evolversi della situazione a Bruxelles e mi stringo al popolo e al governo belga colpito da un nuovo attacco terroristico”. “Sono attivate tutte le strutture della nostra diplomazia per prestare massima assistenza ai nostri connazionali”

Funzionari e dipendenti UE –
La Commissione europea ha chiesto a tutti i funzionari delle istituzioni europee di rimanere in casa o nei propri uffici,dopo le esplosioni che hanno colpito l’aeroporto e le stazioni della metro di Bruxelles.

La condanna di Papa Francesco: “Il Santo Padre condanna nuovamente la violenza cieca che causa così tanta sofferenza e implora Dio per il dono della pace”. Così il Pontefice in un telegramma di cordoglio firmato dal Segretario di Stato, Cardinale Parolin, e inviato all’arcivescovo di Malines-Bruxelles, mons. Jozef De Kesel.

“Il Papa, sottolinea Parolin, affida alla Misericordia di Dio le persone che hanno perduto la vita e si associa alle preghiere e al dolore dei familiari”.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *