Baltimora, Freddie Gray: incriminati sei poliziotti. Famiglia lancia appello a stop violenze

Baltimora (USA), 3 maggio 2015 – A Baltimora per la prima volta è stato violato il coprifuoco dalle 22 alle 5 di mattina imposto dal Governatore del Maryland, Larry Hogan, in seguito alle proteste per la morte di Freddy Gray, il giovane afroamericano morto in ospedale per le gravi fratture alla spina dorsale dopo una settimana dall’arresto.

La polizia di Baltimora ha arrestato alcune persone che violavano il coprifuoco. A quanto si apprende da fonti locali oltre 100 persone ballavano per strada cantando “Freddie” per festeggiare l’incriminazione dei 6 poliziotti in relazione alla morte di Freddie Gray.

[easy_ad_inject_1]La polizia ha informato via twitter che i manifestanti rimasti nella War Memorial Plaza “in violazione del coprifuoco” erano stati avvertiti e che gli agenti stavano arrestando i dimostranti che si rifiutavano di lasciare la piazza.

Intanto si apprende che i sei agenti di polizia incriminati per l’omicidio di Freddy Gray sono stati rilasciati su cauzione. L’incriminazione più pesante è nei confronti di uno dei sei, accusato di omicidio preterintenzionale, mentre gli altri per omicidio colposo, tutti incriminati dal procuratore Marilyn J. Mosby, afroamericano con parenti poliziotti, diventato in poco tempo idolo dei dimostranti.

È «assolutamente vitale» che la verità su quello che è successo venga fuori, ha detto il presidente Usa Barack Obama.

Lo scorso 28 aprile fu deciso il coprifuoco dopo che manifestanti avevano assaltato negozi, banche e dato alle fiamme un’auto della polizia. Dopo quell’evento sono arrivati in città oltre 5000 agenti di rinforzo alla polizia.

La famiglia della vittima Freddy Gray lancia un appello per fermare le violenze, ha “ringraziato la procuratrice e la sua squadra per il coraggio senza precedenti” e al coltempo ha invitato la comunità afroamericana alla calma.

“Chiediamo a tutti coloro che vengono nella nostra città, una città che amiamo, di venire in pace”, ha detto Richard Shipley, il nonno di Gray, in conferenza stampa: “Se non venite in pace allora, per favore, non venite affatto”, ha concluso.La Guardia nazionale, chiamata in rinforzo dal giorno dei funerali, ha messo in allerta circa 3mila uomini per “assicurare la calma” a Baltimora. Nonostante l’esplosione di gioia alla notizia dell’incriminazione la tensione è rimasta altissima in città.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *