Barbara D’Urso non paga gli alimenti: ex marito la denuncia

barbara d'urso

Roma, 13 aprile 2015 – Barbara D’Urso, la popolare conduttrice televisiva, è stata denunciata dall’ex marito, Michele Carfora, per un presunto debito di circa 40mila euro per alimenti non versati dal 2008, quando i due hanno divorziato. L’uomo, al quale la D’Urso si era unita in matrimonio nel 2002 per poi separarsi nel 2006, ha denunciato l’ex moglie alla Procura di Roma, perché, a suo dire, non avrebbe rispettato la disposizione del giudice civile che le imponeva il pagamento dell’assegno divorzile di mille euro da versare mensilmente all’ex coniuge, dopo il divorzio.

[easy_ad_inject_1]Il ballerino, Michele Carfora, a sostegno della sua accusa afferma che da quando i due hanno divorziato la conduttrice televisiva non gli avrebbe (ed il condizionale è ovviamente d’obbligo fin quando non sarà accertata la verità giudiziale) mai versato l’assegno divorzile. Questo il motivo che lo ha indotto a denunciare la D’Urso portando la questione in tribunale.

Barbara D’Urso sarebbe, dunque, stata iscritta nel registro degli indagati per violazione degli obblighi familiari. Il procedimento è stato affidato al pubblico ministero Vincenzo Barba, che avrà il compito di vagliare le accuse sollevate da Carfora nei confronti di Barbara D’Urso e verificare la sussistenza dei presupposti per la violazione degli obblighi di assistenza familiare, così come disposto dall’art.570 del codice penale.

Il rapporto tra Michele Carfora e Barbara D’Urso durante e dopo le fasi della separazione, fino al divorzio, non era stato dei più teneri. La scoperta del tradimento di lui aprì una crisi che, a quanto pare, ancora oggi, non riesce a tenere i due lontani da un’aula di tribunale.

Al momento, sembra non sia iniziata ancora l’attività istruttoria ma è possibile che, in futuro, Barbara D’Urso possa essere ascoltata dagli inquirenti.
[easy_ad_inject_2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *