You are here
Home > Esteri > Bimbo nascosto nel trolley per passare la frontiera. Disposto esame dna del presunto padre

Bimbo nascosto nel trolley per passare la frontiera. Disposto esame dna del presunto padre

Fallback Image

Ceuta, 10 maggio 2015 – Gli inquirenti che indagano sul caso del bimbo nascosto in un trolley per passare la frontiera a Ceuta hanno disposto l’esame del dna del presunto padre. Il sospetto è, infatti, che si sia trattato di traffico di minori.

Secondo le ricostruzioni dell’accaduto a trascinare il trolley come se nulla fosse era un uomo dichiaratosi il padre del bambino. Dentro il bagaglio il piccolo rannicchiato. Ma la speranza di varcare la frontiera dal Marocco per giungere in Europa è stata vanificata dal sistema di raggi X al quale i bagagli sono sottoposti.

[easy_ad_inject_1]Messo il trolley sul nastro per il controllo, l’operatore non poteva credere ai suoi occhi: all’interno del trolley, quello che sembrava un normale bagaglio a mano, i raggi X hanno rivelato la figura di un piccolo essere umano rannicchiato in posizione fetale.

Immediatamente è stata allertata la polizia di frontiera e la Guardia Civil che hanno fermato il presunto padre e aperto la valigia davanti a lui. La polizia nel vederlo non credeva ai suoi occhi: “come ti chiami?” gli hanno chiesto gli agenti. “Mi chiamo Abu” ha risposto il piccolo “ho otto anni”. Il piccolo proviene dalla Costa d’Avorio e parla francese.

Dal trolley è uscito il bambino, incredulo, incosciente di ciò che stava accadendo con uno sguardo smarrito che si perdeva in quelli del padre, ormai disperato.

L’uomo è stato fermato insieme a una donna 19enne che era con loro. Il suo nome è Fatima ed è stata notata dagli agenti della polizia di frontiera perché mostrava di essere nervosa. Il papà è stato poi portato nella stanza degli interrogatori ed ha confessato tutto: “Sì, sono il papà del piccolo Abu e ho cercato di far passare mio figlio dentro alla valigia”.

La polizia spagnola e gli inquirenti hanno avviato un indagine per capire se ci sono stati altri casi simili e, soprattutto se la vicenda sia un episodio di un più vasto traffico di minori. Gli inquirenti hanno disposto il presunto padre al test del Dna, onde stabilire se sia davvero il genitore del piccolo Abou o si sia trattato di vero e proprio traffico di un minore.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top