Brasile. Virus Zika: aumento allarmante di casi di microcefalia nel Paese

Rio de Janeiro (Brasile), 5 gennaio 2016 – Il nuovo Segretario di Stato della Salute di Rio de Janeiro, Luiz Antonio Teixeira de Souza Júnior, considera molto grave e allarmante il numero di casi di microcefalia infantile in Brasile. Secondo le autorità del Paese sudamericano è necessario fornire ai cittadini ulteriori informazioni in particolare per le donne in gravidanza e per i bambini sui rischi che corrono con l’esposizione alla zanzara Aedes aegypti, che trasmette la dengue, la chikungunya e il virus Zika, quest’ultimo associato con la microcefalia.

“Dobbiamo concentrare la nostra attenzione soprattutto verso le donne incinte e prendere tutte le misure per evitare che contraggano il virus Zica”, ha detto Teixeira.

La microcefalia è una malformazione neurologica nella quale la circonferenza del cranio è notevolmente più piccola della media per età e sesso. Di solito questa condizione non comporta problemi a livello cognitivo, tuttavia in alcuni casi può causare un grave ritardo mentale, epilessia, paralisi degli arti e atassia.

La microcefalia si sviluppa durante la gravidanza o può svilupparsi nei primi anni di vita per anomalie genetiche, ma può anche manifestarsi per cause non genetiche, come infezioni virali, carenza di ossigeno fetale, esposizione a farmaci e alcol.

In Brasile il numero dei casi di microcefalia infantile causata dal virus Zika sta diventando davvero allarmante. Dal 1° gennaio al 29 dicembre del 2015 si sono registrati 115 casi di microcefalia solo nello stato di Rio de Janeiro, secondo la Soprintendenza di sorveglianza epidemiologica del Dipartimento di Stato della Salute.

In tutto il Brasile, nel 2015, i casi di microcefalia sono stati in totale 2.782, con 40 decessi, contro i 147 casi del 2014 e i 167 del 2013. Una vera e propria epidemia che le autorità brasiliane stanno cercando di affrontare con tutti i mezzi possibili per evitare ulteriori casi.

In particolare, bisogna capire se l’aumento del numero dei casi di microcefalia infantile sia dovuto effettivamente alla trasmissione del virus Zika, visto che quest’ultimo è presente anche in altri paesi del sud America dove invece non si è registrata una diffusione così massiccia dei casi di microcefalia.

Il virus Zika, ZIKV, fu scoperto nel 1947 nelle scimmie della foresta di Zika, in Uganda, trasmesso da zanzare del genere Aedes, in particolare dalla Aedes Aegypti e dalla Aedes Albopictus, ed è ritenuto responsabile della trasmissione di malattie come la dengue, la chikungunya e la microcefalia.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *