Breakfast Dating. Gli incontri per cercare l’anima gemella si tengono a colazione

Roma, 31 agosto 2015 – Incontri al buio a colazione. Se il buon giorno si vede dal mattino l’amore ha certamente più possibilità di sbocciare a colazione. Così la pensano gli americani e come spesso avviene nel nostro sistema globalizzato usadipendente anche gli italiani si stanno lanciando nella moda del cosiddetto “Breakfast Dating”.

[easy_ad_inject_1] Si tratta di incontri tra persone che avvengono tra pancake e bacon nella West Coast, mentre in Italia probabilmente tra un cappuccino e cornetto. Si pensa infatti che sia quello il momento in cui si è più sinceri e si possono conoscere particolari del potenziale partner che in altre occasioni della giornata sarebbe più difficile captare.

Posto che per la sincerità sarebbe meglio il “morning sleep dating” cioè veder svegliare il tuo potenziale partner con i capelli arruffati e per le donne senza trucco, entrambi probabilmente con l’alito di un topo morto,  il “Breakfast Dating” sta certamente rivoluzionando il concetto di appuntamento al buio. Le regole sono fissate man mano da chi le organizza ma in generale si impone il divieto di trucco e di uso dei telefonini per avere un incontro diretto e sincero.

In particolare in Italia, il Breakfast Dating è stato sperimentato già da Nescafé durante i viaggi di ScuolaZoo, che sta coinvolgendo migliaia di giovani italiani che si recano nelle località più conosciute per vivere una vacanza tra coetanei. Come da copione i tavolini sono disposti in modo di avere i partner di fronte e in cinque minuti le persone hanno la possibilità di scambiarsi chiacchiere o scegliere di passare al turno successivo godendosi intanto il cornetto.

A San Francisco è nato “500 Brunches”, creato da Julie Krafchick, una piattaforma virtuale dove si organizzano incontri mattinieri durante i quali è possibile incontrare persone con interessi simili. La fondatrice ha dichiarato: “Esistono innumerevoli siti di incontri e social network, ma non c’è un luogo fisico dove incontrare le persone in generale. Ciò che volevo era trovare un modo di riconnettere nuovamente le persone nella vita reale. Vogliamo creare l’opportunità d’incontro per le persone ed effettuare connessioni più significative”.

In Francia è nata “Les Petits Déjeuners Networking”, spazio gestito in co-working che propone temi sempre diversi sul quale i partecipanti si possono confrontare, in Scozia invece c’è il “Sunday Brunch Club” di Edimburgo, piattaforma digitale che permette di incontrare nuova gente la domenica mattina e conta oltre 2mila iscritti alla mailing list.

[easy_ad_inject_2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *