Britney Spears querelata per plagio dei gemiti in “Piece Of Me”

Los Angeles (USA), 8 maggio 2015 – Britney Spears sarebbe stata querelato per plagio in un brano del 2007, “Piece Of Me”. A quanto si apprende non sarebbero parti della musica o del testo ad essere oggetto di plagio ma i “gemiti” presenti nella canzone. Negli Stati Uniti, il Paese delle opportunità, anche i gemiti, evidentemente possono essere oggetto di copyright.

[easy_ad_inject_1]Ne è convinto il produttore musicale Kirk Rothrum che avrebbe intentato causa alla Sony per aver utilizzato i gemiti di piacere di alcune donne nel brano “Piece Of Me”. Quei gemiti, secondo il produttore, sarebbero esattamente quelli campionati di sua proprietà e presenti nel suo archivio e per quei gemiti non sarebbero stati pagati i diritti d’autore.

Kirk Rothurm, proprietario del sito bangin-beats.com, specializzato proprio in suoni per produzioni di musica hip-hop e che vede tra i suoi utilizzatori nomi importanti della musica come 50 Cent, Eminem, Jay Z e Rihanna, sarebbe in grado di dimostrare che quei gemiti che si ripetono solo per tre volte all’inizio della canzone e poi in chiusura sono proprio quelli da lui campionati.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *