Burkini. Anche a Nizza vietato indossarlo

burkini

I “burkini“, i costumi da bagno che coprono completamente il corpo delle donne di fede musulmana continuano a far parlare di sé non solo a causa delle recenti polemiche scaturenti dalle dichiarazioni del premier francese Valls e per la risonanza di dichiarazioni anche in Italia (Salvini e Alfano tra tutti) ma anche per i continui divieti che continua a collezionare in diversi comuni del Paese della Liberté, Égalité e Fraternité.

Arriva in queste ore che anche il comune di Nizza ha vietato il burqini in spiaggia. In particolare il sindaco di Nizza ha scritto al premier Valls esprimendo “il rigetto verso il velo integrale e il burkini” e ha espresso sostegno agli altri comuni della Costa Azzurra che già li hanno vietati.

Ma il tema velo islamico e burqini raggiunge anche la Germania che si appresta a varare un veto parziale. Burqa e Niqab saranno infatti vietati in scuole, uffici pubblici, in tribunale e durante le manifestazioni pubbliche.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Un pensiero riguardo “Burkini. Anche a Nizza vietato indossarlo”

  1. Trovo molto disturbante questa questione. Capisco le difficoltà ad accettare il burka, per ovvi motivi di identificazione della persona.
    Ma il “burkini” come lo chador o la hijab non sono abiti molto diversi dal saio che vestono le nostre suore. Mi chiedo come sia possibile che i sindaci delle varie città francesi, ma non solo, non abbiano cose più importanti a cui pensare in questo periodo.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *