Calcioscommesse. Antonio Conte chiede il rito abbreviato

Roma, 7 marzo 2016 – Antonio Conte, il ct della nazionale italiana di calcio, ha chiesto il rito abbreviato nell’ambito del procedimento che lo vede imputato per frode sportiva nella vicenda calcioscommesse. L’allenatore della nazionale vuole chiudere questa brutta vicenda quanto prima possibile per dimostrare la sua totale estraneità allo scandalo scommesse che ha gettato fango su tutto il mondo del calcio.

L’istanza di richiesta di rito abbreviato è stata presentata formalmente dall’avvocato Leonardo Cammarata, uno dei difensori di Antonio Conte e su di essa dovrebbe pronunciarsi nella giornata di domani il Gup di Cremona, Pierpaolo Beluzzi. Già nel corso delle precedenti udienze gli avvocati del tecnico della nazionale avevano spiegato che Conte aveva fretta di uscire quanto prima da questa vicenda dimostrando la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati dalla Procura.

La scelta del rito abbreviato prevede che il processo venga deciso allo stato degli atti, senza dibattimento in aula. NEll’eventualità di una condanna, inoltre, la pena da irrogare viene ridotta di un terzo.

Autore: Mena Cirillo

Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *