You are here
Home > Economia > Canone Rai in bolletta. Campo Dall’Orto: “Il canone è giusto”. 100 euro sono alla portata di tutti

Canone Rai in bolletta. Campo Dall’Orto: “Il canone è giusto”. 100 euro sono alla portata di tutti

Fallback Image

Ancora qualche mese e pagheremo i mesi arretrati del canone Rai nella bolletta energetica di luglio e successive. Nella sensibilità di molti è giusto pagare il canone per la televisione di Stato. Per soli 100 euro all’anno abbiamo le Olimpiadi, Sanremo, tante fiction “che ti prendono”, tanta informazione fatta da tantissimi giornalisti. E poi ci sono i canali per i bambini, quelli di storia e cultura.

Nel cuore di altri si tratta semplicemente di una tassa in più che non offre nessun servizio particolare: i programmi bene o male sono sempre gli stessi, e per chi vuole qualcosa di meglio deve comunque pagare altri soldi per Sky o Mediaset Premium.

C’è anche chi ritiene che per farsi convincere di essere “distratto” dal mezzo di comunicazione di massa dovrebbe addirittura pagato dallo Stato: in quelle ore che si passano passivamente davanti alla televisione per sentire le opinioni inculcate da fiction e talk show ben si potrebbe dedicarsi alla famiglia, allo sport, al divertimento o (peggio ancora?) ad attività culturali e sociali (del tipo “Se vuoi il mio tempo per farmi sentire le tue opinioni o la pubblicità al tuo libro mi devi pagare”).

Meglio sentire le opinioni degli ospiti di Bruno Vespa o andare in un circolo sociale e dire la propria opinione ad un’assemblea? A voi l’ardua risposta.

Comunque la si pensi c’è chi convintamente ritiene che il canone di 100 euro l’anno sia un prezzo giusto perché è alla portata di tutti. A dirlo è il direttore generale della Rai Campo Dall’Orto intervistato da Giovanni Minoli al festival della Tv e dei nuovi media a Dogliani.

Secondo il dg un canone di 100 euro all’anno è alla portata di tutti. “Averlo abbassato e messo in bolletta è una cosa giusta. La Rai questi soldi li vale, starà a noi ora dare valore a quei 100 euro”.

Cosa ci offrirà dunque la Rai nel prossimo futuro? Per 8 euro e 33 centesimi appena al mese nel palinsesto di Rai1 “non ci sarà solo Vespa”, rassicura il dg, e su Rai2 si sta lavorando a un programma nuovo con Nicola Porro”. Poi definisce “decisivo” il rinnovo del contratto di servizio: dipende il futuro del servizio pubblico.

Intanto vediamo il presente del servizio pubblico (come direbbe Totò, “Questi il servizio ce lo fanno”).

Secondo una nota stampa pubblicata oggi dalla Rai il varietà “I migliori anni” condotto da Carlo Conti nella prima serata di Rai1 ieri, venerdì 6 maggio, ha interessato 4 mln 791 mila telespettatori (share 20.28). Dunque il presente che funziona è anche quello che guarda con un occhio di nostalgia al passato e ai “migliori anni”.

E per voi 100 di canone sono giusti? Dite liberamente la vostra.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top