Canone Rai in bolletta. Consiglio di Stato invita a rivedere regolamento. Fico (M5S) la prima rata rischia di saltare

Il Consiglio di Stato invita l’amministrazione a rivedere il regolamento per il Canone Rai: riscontrate criticità. Roberto Fico (M5S): Rischia di saltare la prima rata di luglio.
Roma, 15 aprile 2016 – Siamo quasi agli sgoccioli e tra qualche mese dovrebbero iniziare ad arrivare alle utenze elettriche le bollette con le prime rate del Canone Rai. Eppure ancora non si è riusciti a sbrogliare la matassa. Non tutto è ancora chiaro per i cittadini.

Da ultimo interviene il Consiglio di Stato che, sospendendo il proprio parere in merito, invita l’amministrazione a rivedere il regolamento per il Canone Rai in quanto sono state riscontrate delle criticità che dovrebbero trovare soluzione prima della sua definitiva approvazione al fine di non condizionare il grado di efficacia di tale strumento normativo.

In particolare il Consiglio di Stato precisa di aver evidenziato la mancanza “di qualsiasi richiamo a una definizione di cosa debba intendersi per apparecchio televisivo”, dato che sono oggi disponibili molti “device”, come smartphone, tablet e altri apparecchi per la ricezione dei programmi.

Non ci sarebbe, sottolinea il Cds, alcun riferimento allo scambio dati tra vari enti, necessario per l’addebito in bolletta, e, soprattutto, nel regolamento per il Canone Rai ci sono formule tecniche di non facile comprensione ai non addetti ai lavori.

“L’adozione del decreto non è avvenuta nel rispetto del termine previsto dalla norma di riferimento e che non risulta espresso il concerto del Ministro dell’economia e delle finanze. Con il concerto il Ministro partecipa dell’iniziativa politica, concorrendo ad assumerne la responsabilità: pertanto, il concerto può essere manifestato da un funzionario soltanto per espresso incarico o per delega del Ministro e non sotto la forma di semplice nulla osta al prosieguo dell’iter procedurale”, sottolinea inoltre il Consiglio di Stato.

M5S – Roberto Fico a 24Mattino su Radio 24: “Il canone Rai? Rischia di saltare la prima rata”
“Il governo dovrà sicuramente sospendere la prima rata del canone Rai se non si uniforma tutto quello che dice il Consiglio di Stato”. Così il presidente della Commissione vigilanza Rai Roberto Fico a 24Mattino su Radio 24, sul parere del Consiglio di Stato che ha bocciato il canone Rai in bolletta. “Non si va da nessuna parte andando sempre di fretta per fare annunci” ha aggiunto Fico. “Non è la prima volta che il governo scrive con i piedi leggi e decreti per andare di fretta, per fare annunci, senza avere una sostanza formale sui contenuti nel momento in cui vengono emanati. Il Consiglio di Stato ha fatto bene a scrivere quello che ha scritto, anche perché oltre ai giudizi di merito ci sono quelli formali. Per esempio, nel decreto manca il concerto con il ministero dell’Economia. Senza questo passaggio previsto dalla legge, qualsiasi cittadino, quando dovrà pagare il canone, potrà fare ricorso e probabilmente vincerlo, lasciando la Rai con nulla in mano”.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *