Ragazzo di 20 anni ucciso a Caserta. “Stavano giocando alla roulette russa”

Svolta nelle indagini per la morte di Marco Mongillo, 20 anni, morto venerdì sera con un colpo di pistola alla testa.

Un ragazzo di 19 anni, Antonio Zampella, è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Caserta per l’omicidio di Marco Mongillo.

Secondo quanto si apprende dalle agenzie, il giovane, avrebbe confessato ai militari di aver fatto fuoco durante una sorta di gioco, una roulette russa, nel corso del quale aveva puntato per spavalderia l’arma in testa alla vittima, facendo poi partire il colpo fatale.

Il brutale omicidio è avvenuto in un appartamento del Rione Rosalia in via Cappuccini 29. I carabinieri di Caserta sono intervenuti sul posto e dopo una perlustrazione hanno rinvenuto una pistola con colpo in canna vicino alla rampa di scivolo del garage del palazzo.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *