Caso De Luca. Andrea Orlando: “In Campania avrei sostenuto altro candidato”

Roma, 12 novembre 2015 – Nonostante il silenzio di Renzi sul caso De Luca, il governatore della Campania coinvolto nell’inchiesta dalla Procura di Roma, arrivano le prime affermazioni da parte di importanti esponenti del governo.

[easy_ad_inject_1] Il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha dichiarato a Corriere online: “In Campania avrei sostenuto un altro candidato”. “Ma ha vinto le primarie” ed “è portatore di un buon governo”, ha poi precisato Orlando aggiungendo che “Conosco la Campania e la turbolenza di quella realtà e se azzardassi ipotesi sarei avventato. La scelta più ragionevole è attendere gli sviluppi della vicenda per poter dare un giudizio anche sotto il punto di vista politico”.

Per Orlando tuttavia non si può parlare di un paragone tra la vicenda che ha portato il sindaco di Roma Ignazio Marino alle dimissioni, e il caso De Luca: “La vicenda Marino non nasce dall’accusa di peculato, quella è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Questa è la lettura del partito. Non è mai stato utilizzato un metro di giudizio in merito agli avvisi di garanzia, che fino a qualche tempo fa erano considerati uno strumento di tutela dell’indagato”.

Sulla legge di stabilità Orlando sostiene “che un tagliando sia necessario”, non è però legato alle vicende in corso.

Sull’aumento del limite del contante da 1000 a 3000 euro Orlando ha affermato “E’ più difficile tracciarlo, ma non per questo ci si è spostati a destra”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *