Catania. Infermiera picchiata al Pronto soccorso dell’Ospedale Cannizzaro

Catania, 7 maggio 2015 – Ancora un caso di aggressione in Sicilia questa volta all’Ospedale Cannizzaro di Catania dove nella notte un giovane avrebbe aggredito con calci e pugni un’infermiera in servizio al Pronto Soccorso. Si tratta della seconda aggressione in una settimana dopo quella a Villa Sofia a Palermo.

A quanto si apprende si tratterebbe di un giovane di 28 anni che questa notte si è recato al Pronto Soccorso del nosocomio etneo per alcuni controlli. Ad un certo punto si è scagliata contro l’infermiera per motivi che non sono ancora del tutto chiari. Poi si sarebbe rivolto contro anche ad un medico che era accorso per difendere l’infermiera che ha riportato ferite giudicate guaribili in 10-15 giorni.

[easy_ad_inject_1]Accorso anche un vigilantes che però non sarebbe riuscito a bloccare il giovane fin quando sul posto non è intervenuta la polizia che ha provveduto a porre fine alla violenza.

Il sindacato Fsi-Cni per voce del sindacalista Calogero Coniglio ha commentato “I pronto soccorso sono diventati dei gironi infernali, gli infermieri iniziano a fare istanza di trasferimento in altri reparti per paura e tanti altri non vogliono prestarci servizio. Il direttore generale deve urgentemente raddoppiare la vigilanza come già abbiamo ottenuto il mese scorso al pronto soccorso del Vittorio Emanuele, e coordinarsi immediatamente con il questore – aggiunge – aumentando la vigilanza delle pattuglie nelle aree ospedaliere. Chiederemo incontro al questore per fare il punto della situazione”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *