Choc a Roma. Devastata e avvelenata colonia di gatti a Testaccio

Roma, 25 settembre 2015 – Nel corso dell’altra notte una colonia di gatti, riconosciuta dal Comune di Roma, è stata devastata e alcuni felini sono stati avvelenati. Un vero e proprio choc al Testaccio, sul Lungotevere, dov’era ospitata la colonia di gatti, proprio vicino ad una baraccopoli costruita intorno a cumuli di spazzatura.

[easy_ad_inject_1]Un branco di persone, si pensa, al momento ignote è l’artefice di tanta crudeltà  che ha distrutto le cucce di legno e mattoni dove i gatti trovavano rifugio. Alcuni gatti sono riusciti a fuggire nascondendosi nei canneti, ma l’azione commessa ha lasciato davvero uno sgomento generale tra la gente. Alcuni gatti sarebbero stati anche mangiati, come riferisce una signora che è solita portare il cibo ai felini.

“Ieri durante la notte, ignoti hanno devastato la colonia felina ospitata nell’ansa golenale sinistra di Lungotevere, all’altezza di Testaccio, avvelenando alcuni gatti. Da anni i cittadini residenti sollecitano alle autorità competenti e all’amministrazione comunale la situazione di disagio e di abbandono in cui versa l’ansa golenale adiacente al Lungotevere Testaccio attraverso appelli, raccolte di firme, segnalazioni ed esposti”

dicono in una nota congiunta, Mauro Cioffari (Capogruppo Sel) e Sabrina Albanesi (Responsabile Diritti Animali e Ambiente Sel Roma Area Metropolitana).

Cioffari e Albanesi spiegano che più volte è stata sollecitata la riqualificazione dell’area, la rimozione delle baracche, il trasferimento delle persone senza fissa dimora in più adeguate strutture e la messa in sicurezza del tratto che va da Ponte Testaccio a Ponte Sublici.

Si tratta di un gesto di grave crudeltà che si aggiunge oggi, sottolineano Cioffari e Albanesi, allo stato di insicurezza in cui da tempo vivono i residenti della zona, una situazione grave testimoniata dalle tante denunce di aggressioni, di furti e di atti di vandalismo, e al disagio delle persone senza fissa dimora che periodicamente tornano ad abitare nell’area golenale.

“Rivolgiamo un appello al Sindaco di Roma e alle autorità competenti affinché venga predisposta ogni idonea iniziativa per la riqualificazione, in tempi certi, dell’ansa golenale dell’argine sinistro del Tevere, da Ponte Sublicio a Ponte Testaccio, restituendolo alla fruibilità dei cittadini e delle cittadine, garantendo, al contempo la vita e il benessere degli animali ospitati sulle rive del Tevere”

conclude la nota congiunta di Mauro Cioffari e Sabrina Albanesi.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *