Altamura (Bari). Arrestato padre con sindrome di Munchausen che ha soffocato la figlioletta di appena tre mesi

carabinieri

Ad Altamura, comune di 70455 abitanti della città metropolitana di Bari in Puglia, dove i Carabinieri hanno tratto in arresto un uomo di 29 anni ivi residente, già detenuto per violenza sessuale su una figlia minorenne di amici di famiglia.

Per lui l’accusa è di infanticidio, per aver soffocato la figlia di 3 mesi dopo averla ricoverata in ospedale.

Secondo le indagini durate 9 mesi, l’uomo, all’insaputa della moglie, avrebbe più volte maltrattato la figlia provocando continui ricoveri in ospedale.

Gli esperti sono convinti che l’uomo sarebbe affetto da sindrome di Munchausen, un grave disturbo psichiatrico che induce a tornare ripetutamente in ospedale. Più esattamente la sindrome, che prende il nome dal barone von Munchausen, nobile mercenario tedesco del XVIII secolo famoso per le sue bugie, è detta ‘per procura’ perché i sintomi delle immaginarie malattie sono proiettate dalle madri sui figli.

Il bambino vittima di questa forma di abuso rischia seri danni fisici e psicologici e, spesso, la vita. La persona che esercita questo tipo di violenza ha forti disturbi della personalità di tipo isterico o narcisistico, sottopone il figlio a esami diagnostici che spesso altera per convincere i medici della presenza di una patologia e gli somministra farmaci che nessuno ha mai prescritto al bambino.

Autore: Mena Cirillo

Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *