Conchita Wurst a Milano: Putin? Mi piacerebbe incontrarlo

Milano, 11 giugno 2015 – Thomas “Tom” Neuwirth, meglio conosciuto come la drag queen Conchita Wurst, la cantante austriaca vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2014 a Copenaghen, in Danimarca, si trova a Milano per presentare il suo album d’esordio “Conchita”, uscito in Italia lo scorso 19 maggio, e la sua biografiaIo Conchita. La mia storia“.

[easy_ad_inject_1]Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta Milano, Conchita Wurst ha dimostrato ancora una volta la sua forza, determinazione e coraggio, oltre alla sua simpatia, nel raccontarsi. La cantante sperava di incontrare Vladimir Putin nel corso del suo soggiorno a Milano, visto che anche lui in questi giorni si trova nel nostro Paese, sperava di incontrare il leader russo magari proprio all’Expo, dopo aver saputo che era prevista una sua visita all’esposizione universale.

“Mi piacerebbe molto incontrarlo per capire cosa davvero significhi essere Vladimir Putin, ma anche Obama o il Papa. Penso di poter imparare molto e d’altro canto vorrei capire in questo caso perché il signor Putin ha preso questa decisione che non mi piace. Mi piacerebbe capire il punto, perchè se lo capissi gli direi che si sbaglia. Da un lato sono curiosa di sapere, dall’altro vorrei parlargli perché penso che cambierebbe idea”

ha dichiarato Conchita.

Conchita Wurst continua la sua battaglia per il rispetto degli esseri umani, facendosi portavoce dei diritti per le persone lesbiche, gay, omosessuali o transgender (LGBT) che fanno parte del più ampio spettro dei diritti umani e dei diritti civili.

Conchita Wurst sta facendo, dunque, molta strada da quella vittoria all’Eurovision Song Contest 2014. Si è infatti esibita, il 30 ottobre dello stesso anno, nella sede ONU di Vienna alla presenza di Ban Ki-moon. Inoltre, insieme al segretario generale delle Nazioni Unite ha partecipato a un dibattito sul rispetto dei diritti umani e per la promozione della tolleranza.

La partecipazione di Conchita Wurst all’Eurovision Song Contest aveva generato alcune proteste, come quelle del parlamentare russo Vitalij Milonov, uno dei fautori della legge russa in tema di restrizioni sull’omosessualità, il quale aveva chiesto la non partecipazione della Russia al Festival a causa della presenza della drag queen austriaca.

Ma a dispetto delle varie critiche provenienti dai politici russi, in seguito alla sua vittoria Rise Like a Phoenix è stato il singolo più scaricato sul sito russo di iTunes.

Ci sta mettendo tutto il suo impegno e il suo talento Conchita, per portare avanti la sua battaglia.

“Ho lavorato anni per fare la cantante e il mio obiettivo è fare qualcosa che mi rende felice. Volevo anche essere famosa perché è divertente ma conduco anche una vita normale andando a fare la spesa. Senza ciglia finte e parrucca non mi riconoscereste”

ha raccontato Conchita nel corso della conferenza stampa.

Conchita, inoltre, sarà la madrina del Roma Pride 2015 che si terrà sabato prossimo, il 13 giugno.

[easy_ad_inject_2] [starbox]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *