Concorso Scuola 2016. Ecco i bandi di concorso per infanzia e primaria, secondaria e sostegno

I bandi di concorso scuola 2016 – Sono stati pubblicati sul Miur i bandi per il Concorso Scuola 2016. Lo comunica il Ministero della Pubblica Istruzione che informa: “Parte il nuovo concorso a posti e cattedre per il personale docente così come previsto dalla Legge 107 del 13 luglio 2015.” “La procedura concorsuale – continua il Miur – ha carattere regionale e prevede tre bandi: uno per i docenti della scuola dell’infanzia e della primaria, un secondo rivolto ai docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado e infine un terzo bando per i docenti di sostegno. Un totale di 63.712 posti che verrano assegnati nel corso del triennio 2016/2018. Un concorso innovativo che vuole selezionare i migliori docenti puntando sul merito, sul riconoscimento del percorso svolto e sulla qualità.”

Alla scuola dell’infanzia avranno accesso 7.237 nuovi docenti, (di cui 6.933 comuni e 304 di sostegno). Alla scuola Primaria saranno destinati 21.098 docenti, di cui 17.299 comuni e 3.799 di sostegno. alla scuola Secondaria di I grado accederanno 16.616 docenti, di cui 15.641 comuni e 975 di sostegno, mentre alla Secondaria di II grado arriveranno 18.255 docenti, di cui 17.232 comuni e 1.023 di sostegno.

A questa suddivisione così impostata, andranno poi aggiunti ulteriori 506 posti per tutti i gradi di istruzione che riguarderanno la nuova classe di concorso A023, in merito all’insegnamento dell’italiano come seconda lingua per discenti di lingua straniera.

Novità anche per quanto riguarda lo svolgimento delle prove del nuovo concorso scuola. In particolare va precisato che le prove scritte si svolgeranno al computer e che sarà data molta importanza alla conoscenza delle lingue. Inoltre, pare che sarà emesso un bando ad hoc soltanto per gli insegnanti di sostegno.

Le prove scritte avranno una durata di 150 minuti e verteranno su 8 domande fra cui due di lingua straniera, inglese, francese, tedesco o spagnolo, con l’obbligatorietà dell’inglese per la scuola primaria, per un totale di 40 punti. La prova orale avrà invece una durata di 45 minuti e verterà su una lezione simulata della durata di 35 minuti e un colloquio con la commissione esaminatrice per i restanti dieci minuti (anche qui per un totale di 40 punti).

Saranno inoltre valorizzati i titoli abilitanti, lo stato di servizio, i dottorati e le certificazioni lunguistiche (per un punteggio totale pari a 20).

Ecco la distribuzione dei posti Regione per Regione:

Abruzzo, 1.304 (1.246 comuni e 58 di sostegno)
Basilicata, 665 (645 comuni e 20 di sostegno)
Calabria, 2.360 (2.229 comuni e 131 di sostegno)
Campania, 6.413 (6.051 comuni e 362 di sostegno)
Emilia Romagna, 4.033 (3.668 comuni e 365 di sostegno)
Friuli Venezia Giulia, 1.531 (1.443 comuni e 88 di sostegno)
Lazio, 5.987 (5.191 comuni e 796 di sostegno)
Liguria, 1.773 (1.583 comuni e 190 di sostegno)
Lombardia, 11.176 (9.463 comuni e 1.713 di sostegno)
Marche, 1.585 (1.478 comuni e 107 di sostegno)
Molise, 310 (302 comuni e 8 di sostegno)
Piemonte, 5.567 (4.878 comuni e 689 di sostegno)
Puglia, 3.860 (3.626 comuni e 234 di sostegno)
Sardegna, 1.878 (1.761 comuni e 117 di sostegno)
Sicilia, 4.109 (3.841 comuni e 268 di sostegno)
Toscana, 4.648 (4.317 comuni e 331 di sostegno)
Umbria, 820 (768 comuni e 52 di sostegno)
Veneto, 5.963 (5.121 comuni e 572 di sostegno).

Infanzia e primaria

I posti messi a bando per la scuola dell’infanzia sono 6.933 e per la scuola primaria 17.299. Le assunzioni avverrano nel triennio 2016/2018

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo in possesso di abilitazione all’insegnamento per la scuola dell’infanzia e/o per la scuola primaria, conseguita entro la data di scadenza prevista dal bando.

Come partecipare

L’aspirante docente deve presentare obbligatoriamente domanda online.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dalle ore 8:00 del giorno 29 febbraio alle ore 14:00 del 30 marzo.
Ogni candidato può presentare la domanda in una sola regione.
I candidati che hanno i titoli per partecipare anche alle procedure concorsuali per la scuola secondaria e per il sostegno possono farlo e presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando della scuola dell’infanzia e primaria.

Le prove d’esame

L’esame prevede il superamento di una prova scritta computerizzata e di una prova orale.
Non è prevista alcuna prova preselettiva.
La prova scritta ha una durata di 150 minuti ed è composta da otto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa.
Per la scuola primaria questa lingua è obbligatoriamente l’inglese.
Per la scuola dell’infanzia invece sarà la lingua che il candidato avrà scelto al momento della presentazione della domanda fra francese, inglese, spagnolo e tedesco.
La prova orale ha una durata di 45 minuti e vi accedono i candidati che hanno superato la prova scritta. Si compone di una lezione simulata e di un colloquio con la commissione d’esame.

Secondaria di I e II grado

I posti messi a bando per la scuola secondaria sono 15.638 per il primo grado e 17.231 per il secondo grado.
A questi si aggiungono 506 posti per la nuova classe di concorsoA023 relativa all’insegnamento dell’italiano come seconda lingua.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo in possesso di abilitazione all’insegnamento conseguita entro la data di scadenza prevista dal bando.

Come partecipare

L’aspirante docente deve presentare obbligatoriamente domanda online.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dalle ore 8:00 del giorno 29 febbraio alle ore 14:00 del 30 marzo.
Ogni candidato può presentare la domanda in una sola regione.
I candidati in possesso dei titoli per partecipare anche alle procedure concorsuali per la scuola dell’infanzia, primaria o sostegno possono farlo e presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando della scuola secondaria.

Le prove d’esame

L’esame prevede il superamento di una o più prove scritte computerizzate, di una eventuale prova pratica anche a carattere laboratoriale e di una prova orale. Non è prevista alcuna prova preselettiva.
Le prove scritte, diverse per ciascuna classe di concorso o ambito disciplinare, hanno una durata di 150 minuti e sono composte daotto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa.
Per le classi di concorso di lingua straniera la prova scritta deve essere svolta interamente nella relativa lingua.
La prova pratica anche a carattere laboratoriale verte sugli stessi programmi della classe di concorso a cui si riferisce. La durata, il programma e i contenuti generali sono indicati, per ciascuna classe di concorso, nell’allegato A del D.M. 95 (prove d’esame)
La prova orale ha una durata di 45 minuti e vi accedono i candidati che hanno superato le prove scritte. Si compone di una lezione simulata e di un colloquio con la commissione d’esame.

Sostegno

I posti messi a bando per il sostegno sono 6.101 così ripartiti sui vari gradi di istruzione: 304 per l’infanzia, 3.799 per la primaria, 975 per la secondaria di I grado e 1.023 per il II grado.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo in possesso di abilitazione all’insegnamento e del titolo di specializzazione sul sostegno conseguiti entro la data di scadenza prevista dal bando.

Come partecipare

L’aspirante docente deve presentare obbligatoriamente domanda online.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dalle ore 8:00 del giorno 29 febbraio alle ore 14:00 del 30 marzo.
Ogni candidato può presentare la domanda in una sola regione.
I candidati che, avendone titolo, intendano partecipare anche alle altre procedure concorsuali possono farlo e presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando sul sostegno.

Le prove d’esame

L’esame prevede il superamento di una prova scritta computerizzata e di una prova orale.
Non è prevista alcuna prova preselettiva.
La prova scritta ha una durata di 150 minuti ed è composta da otto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa.
La prova orale ha una durata di 45 minuti e vi accedono i candidati che hanno superato la prova scritta. Si compone di una lezione simulata e di un colloquio con la commissione d’esame.

Ecco tutta la documentazione

Autore: Mena Cirillo

Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News.
Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *