You are here
Home > Società > Monsignor Charamsa: “Sono gay e ho un compagno”. Santa Sede: “Lasci gli incarichi”. Papa:”Sinodo valorizzi la famiglia”

Monsignor Charamsa: “Sono gay e ho un compagno”. Santa Sede: “Lasci gli incarichi”. Papa:”Sinodo valorizzi la famiglia”

Fallback Image

Roma, 4 ottobre 2015 – Le stanze del Vaticano tremano al risuonare sismico provocato dalla dichiarazione choc di uno dei suoi più illustri esponenti, il sacerdote e teologo polacco Monsignor Krzysztof Charamsa, 43 anni, da 17 anni residente a Roma.

[easy_ad_inject_1]Il coming out – “Voglio che la Chiesa e la mia comunità sappiano chi sono: un sacerdote omosessuale, felice e orgoglioso della propria identità. Sono pronto a pagarne le conseguenze, ma è il momento che la Chiesa apra gli occhi di fronte ai gay credenti e capisca che la soluzione che propone loro, l’astinenza totale dalla vita d’amore, è disumana” ha detto Monsignor Charamsa al Corriere

Ma non è tutto: il vescovo Charamsa, ufficiale della Congregazione per la Dottrina della Fede dal 2003,segretario aggiunto della Commissione Teologica Internazionale vaticana e teologo alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum a Roma dopo la sua intervista al Corriere della Sera ha aggiunto: “Dedico il mio coming out ai tantissimi sacerdoti omosessuali che non hanno la forza di uscire dall’armadio”

Non è tardata la replica della Santa Sede: “La scelta di operare una manifestazione così clamorosa alla vigilia dell’apertura del Sinodo appare molto grave e non responsabile, poiché mira a sottoporre l’assemblea a una indebita pressione mediatica”,malgrado il rispetto per le vicende personali.

Così il portavoce della Santa Sede, Padre Lombardi che aggiunge: “Monsignor Charamsa dovrà lasciare” gli incarichi e l’insegnamento nelle Università pontificie”

A Lombardi risponde ancora Monsignor Charamsa che sulla sospensione dai suoi incarichi alla Congregazione per la Dottrina della Fede risponde: “Cercherò lavoro” e dice di aver già pronto un libro.

Enzo Bianchi, priore della comunità di Bose ha commentato: “Che all’interno di tutte le chiese ci sia la presenza di gay che attendono dalla Chiesa delle risposte è un dato di fatto, tuttavia il rischio, dopo questo outing, è che si infiammino gli animi e che si tolga la necessaria serenità alla discussione” del Sinodo. “Il problema al di là dei pregiudizi che ci sono nei confronti delle persone omosessuali è che c’è una incompatibilità tra chi, essendo prete, ha fatto il voto di castità e poi vuole formare una unione. Mi pare una scelta in contraddizione con il Vangelo”.

Papa: “Il sinodo abbracci le situazioni di vulnerabilità e valorizzi la famiglia” – Papa Francesco nell’omelia per la Veglia di preghiera a San Pietro alla vigilia del Sinodo sulla famiglia, ha esortato a non fuggire dalle proprie responsabilità.
“Di fronte alle esigenze dell’esistenza la tentazione porta a tirarsi indietro” ha detto il Papa .”La Grazia di Dio non alza la voce”, “è un mormorio che esorta gli uomini a uscire,tornare nel mondo, testimoni dell’amore di Dio”. “Il Sinodo riconosca, valorizzi la famiglia” e “abbracci le situazioni di vulnerabilità e le relazioni ferite”. “La Chiesa sia una casa aperta che accoglie i cuori feriti”.
[easy_ad_inject_2]

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top