Coppia uccisa nel Ferrarese: rimangono in carcere i due minori

carcere minorile

Il Gip del Tribunale dei minori di Bologna ha convalidato il fermo e la custodia in carcere minorile per i due ragazzi accusati dell’omicidio dei coniugi, nel Ferrarese. I due minori, uno il figlio della coppia uccisa, 16 anni, e l’altro, l’amico di 17 anni, presunto esecutore materiale dei due omicidi, resteranno dunque in carcere, ma in strutture diverse.

Nel corso dell’udienza di convalida del fermo, i due minori hanno ammesso le proprie responsabilità, dichiarandosi pentiti di questi efferati delitti. I loro difensori hanno presentato richiesta di applicazione di misure alternative al carcere ma il Gip ha accolto le richieste del pubblico ministero.

I due coniugi sono stati brutalmente uccisi a colpi d’ascia e poi coperti con del cellophan. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il movente degli omicidi starebbe nei contiunui litigi del figlio della coppia con la madre per motivi legati alla scuola. A commettere materialmente gli omicidi sarebbe stato l’amico di 17 anni, al quale il minore avrebbe promesso mille euro per commettere il delitto, avvenuto nella notte tra lunedì e martedì scorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *