Agicom e Antitrust si muovono su stangata su ricaricabili telefonini Tim, Wind e Vodafone

Roma, 2 agosto 2015 – Da ieri è in arrivo una stangata per gli utenti Tim, Wind e Vodafone, che richiedono il rimborso del canone per le offerte ricaricabili non più una volta al mese solare ma ogni quattro settimane, stimandosi di fatto un aumento dell’8% in più.

[easy_ad_inject_1]Sulla vicenda non certo gradita ai milioni di consumatori degli operatori telefonici si stanno muovendo sia L’Antitrust che l’Agcom.

L’Antitrust ha chiesto formalmente informazioni invitando gli operatori mobili a indicare entro 30 giorni se nel 2015 ci siano stati cambiamenti nelle modalità di tariffazione, con «particolare riferimento alle opzioni tariffarie sia per ricaricabili che per abbonamento» e sulla base delle risposte ricevute potrebbe aprire un’istruttoria.

Oggetto della richiesta di informazioni sono i nuovi regimi tariffari in base ai quali tre dei quattro principali operatori mobili italiani (Wind, Vodafone e Tim) hanno ridotto da un mese a 28 giorni la durata delle offerte ricaricabili (con il conseguente addebito del costo del servizio ogni 28 giorni anziché ogni mese). Tim inoltre ha previsto da oggi prevede la rimodulazione anche per piani tariffari precedenti.

Dal canto suo l’Agcom comunica di aver diffidato la Tim sulla questione dei piani tariffari precedenti e di aver segnalato all’Antitrust la mossa dei tre operatori mobili sui nuovi piani invitando a fare accertamenti sui possibili effetti restrittivi a svantaggio dei consumatori, vista la concomitanza temporale della scelta fatta dai tre grandi operatori mobili.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *