Def. Renzi: Nessun taglio e nessuna nuova tassa. Fassina: si conferma linea recessiva

Matteo Renzi

Roma, 8 aprile 2015 – Si è svolta ieri a Palazzo Chigi, la riunione del Consiglio dei Ministri per l’esame del Documento di economia e finanza 2015 (DEF) che terminerà con l’approvazione venerdì mattina “con lo scopo di permettere a tutti i membri del governo di esprimere le loro valutazioni”

In conferenza stampa il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha tenuto a precisare alcuni punti soprattutto visto ciò “che si legge sui giornali”.

Niente tagli e niente tasse: “Non ci sono tagli e non c’è aumento delle tasse, capisco che non ci siate abituati ma è così.” ha detto Renzi che rivendica quanto fatto dal Governo.
“Da quando siamo al Governo, l’operazione costante che abbiamo fatto è quella della riduzione della pressione fiscale e delle tasse” precisa Renzi.

[easy_ad_inject_1]Poi il premier ha ricordato che la riduzione della pressione fiscale:”si è concretizzata innanzitutto con la misura degli 80 euro su cui ci veniva detto “ma chissà se troverete le coperture e saranno coperture solide e stabili e confermate nel 2015″, tutte previsioni puntualmente smentite tanto che la riduzione della pressione fiscale con il bonus degli 80 euro è strutturale e lo ha deciso non questo DEF ma la legge di stabilità del 2015”.

Nessuna riduzione di tasse con questo DEF: “Nel 2015 abbiamo ridotto le tasse per 18 miliardi di euro” ricorda Renzi che precisa che “non è ogni tre mesi che si fa la riduzione delle tasse. Il def procede su questa linea non avendo ulteriori riduzioni di tasse e la discussione su un’eventuale ulteriore riduzione di tasse proseguirà nel 2016”.

Crescita: “Noi abbiamo una crescita prevista dello 0.7%”. “E’ finito il tempo in cui i politici chiedevano i sacrifici ai cittadini. I cittadini oggi sanno che non vengono richieste di nuove tasse”.

[tweet id=”585469944915238913″ align=”left”]

Clausole di salvaguardia: “Saranno totalmente eliminate” ha dichiarato Renzi “non ci sono in vista né aumenti di tassazione né tagli alle prestazioni che i cittadini ricevono. C’è bisogno di dimagrire per la macchina pubblica” come nel disegno di legge Madia, ricorda, la norma che ridisegna le partecipate.

Il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan in conferenza stampa ha dichiarato :”L’economia internazionale è migliore di quello che si pensava qualche mese fa, l’economia italiana è migliore di quello che si pensava qualche mese fa sia per fattori esogeni sia per meriti propri”.

Crescita: Il tasso di crescita per il nostro Paese previsto “è dello 0.7 di crescita per quest’anno, 1.4 per il 2016 e 1.5 per il 2017.

Indebitamento: Per il 2015 è previsto al 2.6%, 1.8 nel 2016 e 0.8 nel 2017.

“Avremo due benefici – afferma Padoan – ci saranno meno tasse e le aspettative di aumento di tasse saranno disattese e migliori.”

[tweet id=”585443502538022912″ align=”left”]

A Renzi risponde Fassina (minoranza PD) secondo il quale il Governo Renzi “conferma la linea di finanza pubblica recessiva e iniqua in atto. La previsione di ulteriori tagli al welfare locale per 10 miliardi porterà a un ulteriore effetto negativo sul Pil”.

Scotto (Sel), capogruppo alla Camera commenta che Renzi “deve spiegare ai sindaci se ci saranno tagli agli enti locali. E'”un governo delle bugie” e Sel “farà un’opposizione ferma”.

Ancora più dura la reazione di Forza Italia. Il consigliere politico, Giovanni Toti, su Twitter commenta: “Protestano i Comuni, le Regioni e gli amministratori. A rischio i servizi ai cittadini. Renzi: ‘State sereni’. Aiutooo!”.

Renato Brunetta, capogruppo FI alla Camera. Il suo tweet: “Matteorenzi dei miracoli. Cancella le clausole di salvaguardia, non mette nuove tasse, non fa tagli. E chi è, Mandrake? Quello che dice è pura invenzione”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *