Detroit. Ragazzino di 11 anni incriminato per l’omicidio di un bimbo di 3 anni

Detroit (USA), 7 agosto 2015 – La diffusione delle armi negli Stati Uniti si rende complice di un’altra vittima innocente. Stavolta la tragedia è avvenuta a Detroit, nel quartiere orientale della città, dove un bambino di appena 3 anni ha perso la vita per mano di un ragazzino di 11 anni che gli ha sparato un colpo di pistola al volto dopo essersi furtivamente appropriato della pistola del padre nascosta nel guardaroba di casa.

[easy_ad_inject_1]Secondo l’ufficio del pubblico ministero, il colpo di pistola sarebbe partito accidentalmente, ma la dinamica dei fatti non è ancora del tutto chiara. Tuttavia il Tribunale minorile di Detroit ha incriminato il ragazzino per omicidio colposo con un’arma usata volontariamente ma senza malvagità, fissando una cauzione di 5.000 dollari.

“Non riesco a ricordare un solo caso in cui abbiamo incriminato una persona così giovane per omicidio. Purtroppo, e molto tragicamente, i fatti, in questo caso lo richiedevano così come è necessario che il convenuto rimanga nel carcere minorile”

ha spiegato il procuratore della Contea di Wayne, Kym Worthy.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’undicenne avrebbe preso la pistola del padre dall’armadio della camera da letto e, per ragioni non ancora chiare, il ragazzino avrebbe poi gettato la pistola fuori dalla finestra, poi sarebbe entrato nell’auto parcheggiata nel cortile di casa portando con sé la pistola.

Poco più tardi sarebbe salito in auto anche il bambino di 3 anni e a quel punto sarebbe avvenuta la tragedia.

Il piccolo, colpito al volto, è stato dichiarato morto in ospedale. AL sua famiglia ha aperto una pagina sul sito di crowdfunding Gofundme per raccogliere i soldi per celebrale il funerale del bambino.

Al termine dell’udienza preliminare, i genitori del ragazzino di 11 anni incriminato per omicidio colposo, hanno lasciato l’aula rifiutando di rispondere alle domande dei giornalisti che si erano radunati all’esterno del Tribunale.

Tuttavia, il procuratore della Contea alla domanda di un giornalista cira la posizione del padre del ragazzino e ad una sua possibile incriminazione, ha risposto che, al momento, non è stato preso alcun provvedimento nei suoi confronti, aggiungendo che le indagini sono ancora in corso.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *