You are here
Home > Salute > Diabete. In Piemonte prezzo controllato per strisce di glucometro

Diabete. In Piemonte prezzo controllato per strisce di glucometro

Fallback Image

Torino, 8 settembre 2015 – La Regione Piemonte dal 1° ottobre spenderà meno per i test per il diabete, a partire dalle strisce di glucometro. Con delibera approvata dalla Giunta il 7 settembre, la Regione ha infatti stabilito che a breve sarà avviata la sperimentazione di una scelta innovativa, che porterà risparmi considerevoli senza minimamente intaccare la qualità delle prestazioni, dopo aver esaminato ed anche condiviso la questione costi con le associazioni che rappresentano i pazienti affetti da diabete in Piemonte.

[easy_ad_inject_1]L’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, sottolinea come il Piemonte, con questa decisione, intenda lanciare un segnale di livello nazionale sostenendo che nel nostro Paese è possibile rompere il monopolio delle case farmaceutiche che distribuiscono milioni e milioni di pezzi ogni anno ed aprire finalmente alla concorrenza. Il Piemonte si avvia verso questo cammino e inizia a dimostrarlo con i fatti.

“Dal 1° ottobre, ai nuovi pazienti che cominceranno la misurazione dell’insulina verrà consegnato in farmacia un solo tipo di glucometro, di ultima generazione e al top della gamma, con relative strisce e lancette pungidito, mentre per gli altri si tratterà di un cambiamento graduale che non riguarderà né i bambini né chi fa uso degli infusori. Chiunque abbia esigenze particolari certificate dal suo diabetologo potrà continuare ad usare il misuratore cui è abituato e nessuno pagherà un euro in più”

ha dichiarato l’assessore Saitta.

La Regione Piemonte acquisterà, dunque, i prodotti per i pazienti con diabete a prezzo “controllato” utilizzando per il momento solo il prezzo indicato dalla Consip che è decisamente meno caro dell’attuale. Nel frattempo la Regione si sta attrezzando per avviare una procedura sperimentale in grado di offrire in poco tempo a tutti i pazienti ogni tipo di prodotto ad un prezzo calibrato.

In Piemonte ci sono 280mila pazienti diabetici, e di questi circa 112mila si sottopongono al controllo glicemico e fanno uso di presìdi con una spesa complessiva per il sistema sanitario di circa 25 milioni di euro. Ogni anno soltanto le strisce costano oltre 21 milioni di euro e gli aghi più di 28 milioni di euro. Con questa nuova modalità di acquisto, utilizzando le cifre della gara Consip, la Regione Piemonte rimborserà 0,20 euro per ogni striscia e 0,105 per ogni ago con un risparmio di 7.714.000 euro, pari al 30%.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top