You are here
Home > Salute > Disfunzione erettile: arriva l’App della Siu per l’autovalutazione dell’impotenza

Disfunzione erettile: arriva l’App della Siu per l’autovalutazione dell’impotenza

Fallback Image

Riccione, 13 ottobre 2015 – La Siu, Società italiana di urologia, ha sviluppato un’App per l’autovalutazione della disfunzione erettile, presentata all’88esimo congresso nazionale della Siu in corso a Riccione. La cosiddetta “app dell’amore” potrà essere di aiuto per prevenire l’impotenza, un problema che affligge circa 3,2 milioni di italiani e che si sta diffondendo sempre più tra i giovani adulti.

[easy_ad_inject_1]La disfunzione erettile è un disturbo non ancora curato adeguatamente. Secondo uno studio condotto dall’Università di Chicago solo un quarto degli uomini con diagnosi di disfunzione erettile riceve un adeguato trattamento per il disturbo. Ciò dimostra che nonostante da ormai 15 anni sono disponibili in commercio numerose soluzioni per curare e affrontare la disfunzione erettile il disturbo non viene ancora adeguatamente trattato, esiste ancora un gap fra diagnosi e trattamento.

Questo è uno dei motivi che ha indotto la Siu a sviluppare un’applicazione per smartphone e tablet che sia in grado di aiutare gli uomini a comprendere se sono a rischio impotenza.

Ecco come funziona l’App, scaricabile a questo link.
Il paziente dovrà rispondere a sei domande sulla qualità dell’attività sessuale relativa alle ultime quattro settimane, a seconda delle sue risposte otterrà un punteggio da 1 a 30 e un semaforo (verde, rosso, giallo) che lo aiuterà a capire se è giunto o meno il momento di rivolgersi ad un urologo per un trattamento mirato.

L’App fornirà al paziente anche un elenco di indirizzi e recapiti telefonici dei 300 centri urologici pubblici a cui potrà rivolgersi.

“Abbiamo pensato di dare agli uomini uno strumento di facile accesso, da tenere letteralmente in tasca nel proprio smartphone per conoscere meglio questa patologia estremamente diffusa di cui gli uomini ancora si vergognano di parlare. La nostra intenzione non è spingere all’autodiagnosi né bypassare il medico ma aumentare la conoscenza e la consapevolezza di un problema che può essere molto insidioso e contro il quale oggi è disponibile una nuova arma terapeutica. Oltre ai problemi che provoca nella vita affettiva, la disfunzione erettile è spesso un segnale di allarme per altre gravi malattie organiche che non si sono ancora manifestate come ipertensione, infarto e ictus”

ha detto Vincenzo Mirone, segretario nazionale della Siu.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top