Oggi sciopero Alitalia e Meridiana. Disagi in vista per i passeggeri

E’ previsto per oggi, martedì 5 luglio 2016, uno sciopero delle compagnie aeree Alitalia e Meridiana. I sindacati hanno confermato l’agitazione di piloti e assistenti di volo per Alitalia dalle 11 alle 15 di oggi 5 luglio. Sempre nella giornata di oggi si fermano anche i dipendenti di Meridiana.

Sciopero Alitalia – Si tratta del primo sciopero da quando Alitalia è entrata nel gruppo della compagnia degli Emirati Arabi, Etihad.

Le ragioni dei sindacati – L’agitazione Alitalia è stata organizzata dai sindacati Filt Cgil con Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto.

Il segretario nazionale della Filt Cgil Nino Cortorillo fa sapere con una nota che “pur consapevoli dello sviluppo e del posizionamento nel mercato da cui derivano sicurezza per l’impresa e i lavoratori, se avevamo 10 ragioni per confermare lo sciopero, gli atti di Alitalia di queste ore ci dicono che ne abbiamo 100” e sottolinea gli “argomenti legati alle condizioni di vita e di lavoro delle persone su cui si riversano decisioni aziendali mai discusse preventivamente, in quanto sono aumentati gli orari di lavoro, si utilizzano procedure di licenziamento individuale a nostro parere fuori dalle norme, si eliminano agevolazioni decennali che consentono a lavoratori pendolari di spostarsi e attenzioni al personale che ha condizioni familiari e personali molto delicate. Inoltre a chi ha visto riconoscersi dalla magistratura il reintegro nel posto di lavoro si adotta, con un atto senza precedenti, un nuovo licenziamento individuale che fa perdere l’originale indennità di mobilità”.

In una nota della Uiltrasporti si spiega che “a oggi Alitalia non ha ritenuto di dare alcuna risposta alle giuste rivendicazioni sollecitate dalle lavoratrici e dai lavoratori”. Pertanto, “pur consapevoli del disagio procurato agli utenti, di cui ci scusiamo, la procrastinata indifferenza della azienda verso il rispetto delle regole non ha dato altra alternativa per ristabilire diritti e tutele delle persone”. Sul tema interviene anche il segretario confederale della Cisl, Giovanni Luciano, secondo cui “lo sciopero del personale di Alitalia è un fatto che deve preoccupare tutti”.

La replica di Alitalia è giunta con una missiva dell’amministratore delegato Ball, inviata al personale, dove si legge che l’iniziativa sindacale è volta “a danneggiare i nostri clienti” e “a colpire il business di Alitalia per difendere i privilegi di una parte dei dipendenti”.

Sciopero Meridiana.
Usb, Apm e Cobas continuano l’agitazione dopo la bocciatura dell’intesa quadro raggiunta lunedì scorso per un accordo con la Qatar Airways.

In una nota si spiega che “USB, COBAS, APM Sindacati e Associazioni Professionali fortemente
rappresentativi all’interno di Meridiana fly e Maintenance non hanno sottoscritto l’Accordo Quadro in quanto tale accordo rappresenta un precedente estremamente pericoloso per i diritti dei lavoratori e di tutto il mondo del lavoro del nostro paese.

Infatti in quest’accordo a fronte di un presunto investimento di Qatar Airways si é proceduto ad abbattere il costo del lavoro rispetto al CCNL di una media anche superiore del 20% e, nonostante quest’enorme sacrificio imposto ai lavoratori, non si é provveduto a salvare un singolo esubero”.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *