Duplice omicidio a Trabia (Palermo). Operaio perde il lavoro e uccide il capocantiere e il direttore

Palermo, 19 settembre 2015 – La polizia ha tratto in arresto Francesco La Russa, 49 anni, accusato del duplice omicidio compiuto ieri mattina ai danni del capocantiere Giovanni Sorci, di 59 anni e del direttore della cava Gianluca Grimaldi, di 39 anni. Il fatto delittuoso è avvenuto in una cava a Trabia in provincia di Palermo.

[easy_ad_inject_1] A quanto si apprende dalle ricostruzioni di fonti locali, l’uomo, dipendente della cava in mobilità, avrebbe avuto una violenta discussione con le due vittime alle quali chiedeva di essere reintegrato nel posto di lavoro ma al culmine della discussione ha estratto un arma da fuoco esplodendo diversi colpi calibro 9. Per le vittime non ci sarebbe stato scampo.

La Russa, sposato e padre di tre figli, non era stato licenziato ma era in mobilità. Fatto testimoniato alle agenzie da Gaetano Cappellano Seminara, amministratore giudiziale della cava confiscata alla mafia secondo il quale l’uomo “non era stato licenziato, ma era in mobilita’ remunerata dal 31 dicembre 2014”. “Gli era stato proposto di andare lavorare a circa dieci chilometri di distanza, presso la Cava Valle Rena, ma aveva rifiutato” aggiunge.

Duro il commento della Cisl: “Il folle gesto è frutto di una disperazione dilagante, che cresce anziché diminuire. L’edilizia fa notizia ormai solo per tragedie suicide, omicide o per le morti bianche ma, concretamente, nessuno si interessa dell’agonia del comparto delle costruzioni, degli 80 mila disoccupati del settore, delle loro vite e del dramma che le loro famiglie ogni giorno vivono. Le istituzioni che latitano e non investono un euro a sostegno delle costruzioni in Sicilia, facciano mea culpa”.

Sul caso interviene anche il sindacato Fillea Cgil: “Nulla secondo quanto ci riferisce chi lo conosceva nell’ambiente di lavoro, lasciava presagire un gesto del genere. Il dato preoccupante che emerge e’ l’incertezza crescente nella prospettiva di molti lavoratori disoccupati che, una volta licenziati e in mobilità, non riescono a trovare un nuova occupazione. La ricerca di un nuovo posto e’ motivo di angoscia, perche’ trovare occupazione con la crisi drammatica che attraversa il settore dell’edilizia a Palermo e’ molto difficile”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *