Ebola: la Procura di Sassari apre fascicolo d’inchiesta su gestione paziente ricoverato allo Spallanzani

Sassari, 25 maggio 2015 – La Procura di Sassari ha aperto un fascicolo d’inchiesta, senza indagati e senza ipotesi di reato, per accertare se siano stati commessi reati, o comunque omissioni o leggerezze, nella gestione del paziente contagiato dal virus Ebola, l’infermiere sardo poi ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma.

[easy_ad_inject_1]L’indagine degli inquirenti, che si affianca a quella avviata internamente dall’Asl, è volta a verificare la commissione di eventuali errori nella gestione del 37enne, infermiere volontario di Emergency in Sierra Leone, nel trattamento dei suoi campioni di sangue infettato dal virus Ebola, in particolare sulle procedure del paziente al suo arrivo e durante la degenza ospedaliera prima che venisse confermata la presenza del virus Ebola.

A Sassari sono 19 le persone ancora in isolamento, tra medici, infermieri e tecnici, mentre accertamenti sono stati avviati anche dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Intanto, sale la tensione nella città sarda a causa di una gestione d’emergenza mal gestita seguita al manifestarsi dei sintomi che hanno portato al ricovero dell’infermiere.
Secondo l’ultimo bollettino medico dello Spallanzani, l’infermiere contagiato dal virus Ebola da ieri presenta sintomatologia febbrile, ma rimane vigile, collaborante e con parametri vitali nella norma. Il paziente si alimenta autonomamente ed assume terapia reidratante per via orale. La prognosi resta, comunque, riservata.

Ora l’inchiesta avviata dalla Procura di Sassari dovrà far luce su cosa non ha funzionato nel protocollo. La procedura seguita e la gestione dell’emergenza hanno delineato delle falle nel protocollo di gestione del virus Ebola. Preoccupazioni sono state espresse anche da alcuni condomini del palazzo dove ha soggiornato l’infermiere nei giorni tra il suo ritorno in Italia dall’Africa e il ricovero nel reparto di Malattie infettive dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Sassari. I condomini protestano per il fatto che, sembra, non siano stati informati del soggiorno nel loro palazzo dell’infermiere risultato poi positivo al virus. La paura ovviamente è tanta, ora bisogna fare chiarezza.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *