Risultati Elezioni Amministrative 2016. Sala: “1-0,palla al centro. Si ricomincia”. Parisi: “Parato rigore,ora tiriamo noi”

Sono stati ultimati gli spogli e sono stati resi noti dal Viminale i risultati definitivi relativi alle maggiori città italiane dove si è votato in queste elezioni amministrative Comunali 2016. Seguono le dichiarazioni del premier Matteo Renzi, dei leader politici e dei candidati sindaco.

Risultati definitivi relativi ai candidati sindaco per i comuni di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna.

Elezioni sindaco a Roma: A Roma, ballottaggio tra Raggi del M5S al 35,29% e Giachetti (centrosinistra) al 24,80%. Risultato elezioni Roma: RAGGI VIRGINIA 35,29, GIACHETTI ROBERTO 24,80, MELONI GIORGIA 20,68, MARCHINI ALFIO 10,96, FASSINA STEFANO 4,46, DI STEFANO SIMONE 1,14, MUSTILLO ALESSANDRO 0,80, DI FRANCESCO DARIO 0,62, ADINOLFI MARIO 0,60, IORIO ALFREDO 0,21, RIENZI CARLO 0,20, VERDUCHI FABRIZIO 0,11, MARITATO MICHEL EMI 0,06.

Virginia Raggi (M5S) pronta a governare, il vento cambia – “I romani hanno lanciato un messaggio: è solo il primo momento, ma è un momento storico. Potrei diventare il primo sindaco donna di Roma”. Così ha commentato Virginia Raggi, in corsa per il M5S al comune di Roma. “Sono pronta a governare, ci siamo: il vento sta cambiando”, ha detto. “Noi senza apparentamenti siamo la prima forza politica a Roma”.

Giachetti: “Me la gioco fino alla fine” – “Ora si azzera tutto e intendo giocarmela fino alla fine. Non mi tiro indietro di fronte alle sfide, chi pensa a una partita già chiusa si sbaglia”. Così commenta nel pomeriggio il candidato sindaco di Roma del centrosinistra Roberto Giachetti, al ballottaggio con Virginia Raggi (M5S). “C’è una città arrabbiata che ha voluto manifestare questa rabbia e io non sottovaluto nulla. Ma ora cambia tutto, c’è da scegliere un sindaco o una sindaca. C’è la faccia mia e della Raggi”, spiega.”Non farò apparentamenti ma parlerò a tutti i romani”, conclude.

Giorgia Meloni: Berlusconi ha voluto stopparmi “Abbiamo lisciato il miracolo. Come dimostrano i dati ci siamo battuti fino all’ultimo”.Così commenta Giorgia Meloni,candidata sindaco di FdI,a Roma. “Arrivare così vicino al ballottaggio, a una possibile vittoria è un po’ come perdere ai rigori la finale della coppa
del mondo”, ha aggiunto.”Renzi e il Pd – ha continuato la Meloni – se non avessero avuto l’aiutino di Berlusconi e Forza Italia non sarebbero arrivati al ballottaggio”. “Credo che Berlusconi non abbia voluto farmi arrivare al ballottaggio”. Per quest’ultimo,”non mi sento di dare indicazioni”.

Elezioni sindaco a Milano. A Milano è testa a testa tra Sala, al 41,69%, candidato del centrosinistra, e Parisi (40,77%) per il centrodestra. Risultato elezioni comunali Milano: SALA GIUSEPPE DETTO BEPPE 41,69, PARISI STEFANO 40,77, CORRADO GIANLUCA 10,06, RIZZO BASILIO VINCENZO 3,55, CAPPATO MARCO 1,88, MARDEGAN NICOLÒ 1,11, AZZARETTO NATALE 0,41, SANTAMBROGIO LUIGI 0,27, BALDINI MARIA TERESA 0,21.

Sala:1-0,palla al centro. Si ricomincia – “Primo tempo. Uno a zero, palla al centro e si ricomincia”. Così ha commentato Giuseppe Sala, candidato sindaco del centrosinistra a Milano, il risultato del voto. “Il 42% è un ottimo risultato”, afferma e in vista del ballottaggio con il candidato del centrodestra Parisi sostiene: “Siamo messi bene”. La lista civica a suo nome ha ottenuto al primo turno “due volte e mezzo” quanto ha preso la lista di sostegno a Parisi:”Un segnale di fiducia nella mia persona”.

Parisi: “Parato rigore,ora tiriamo noi” – Parisi risponde per le rime al rivale Sala, cita la metafora calcistica di Renzi e, in conferenza stampa dichiara: lui ha parlato di un rigore che doveva tirare Beppe Sala “e il rigore lo abbiamo parato, il prossimo lo tiriamo noi fra 15 giorni”.
“I milanesi hanno votato per cambiare, Sala rappresenta la continuità con la giunta Pisapia”. “Noi la nuova politica”. “Abbiamo nei fatti iniziato la rigenerazione del centrodestra”.

Elezioni sindaco a Napoli A Napoli, vanno al ballottaggio il sindaco uscente De Magistris (42,61%),sostenuto da liste civiche, e Lettieri (centrodestra) al 24,07%. Risultato elezioni comunali a Napoli: DE MAGISTRIS LUIGI 42,64, LETTIERI GIOVANNI DETTO GIANNI 24,06, VALENTE VALERIA 21,22, BRAMBILLA MATTEO 9,70, TAGLIALATELA MARCELLO 1,28, MERCOGLIANO LUIGI 0,36, ALBORETO MARTINA 0,29, AMURA NUNZIA 0,27, PRUDENTE PAOLO 0,08, ESPOSITO DOMENICO 0,06.

De Magistris: ho vinto contro poteri forti – “Una straordinaria avventura politica”, “Non ci saranno più commissariamenti nella nostra città”. Lo ha dichiarato il sindaco uscente di Napoli, Luigi De Magistris, che andrà al ballottaggio contro Gianni Lettieri.
“Abbiamo vinto contro tutti,avendo contro governo nazionale, camorra e poteri forti, ma avendo con noi la stragrande maggioranza del popolo napoletano. E’ l’inizio di una rivoluzione che farà parlare di Napoli nei prossimi 5 anni”. Inoltre De Magistris invita a continuare a lottare fino all’ultimo minuto e a parlare a tutti gli elettori,convincendo gli indecisi.

Elezioni sindaco a Torino. A Torino, la scelta sarà tra il sindaco uscente Fassino, del centrosinistra, al 41,83%, e Appendino (M5S) al 30,92%. Risultato elezioni amministrative a Torino: FASSINO PIERO FRANCO RODOLFO 41,83, APPENDINO CHIARA 30,92, MORANO ALBERTO 8,39, NAPOLI OSVALDO 5,31, ROSSO ROBERTO 5,05, AIRAUDO GIORGIO 3,70, NOCCETTI GIANLUCA 1,37, RIZZO MARCO 0,86, RACCA MARCO 0,54, COLUCCI VITANTONIO DETTO VITO 0,53, LEVI MARIO CORNELIO 0,34, BATTISTA ANNA 0,25, DEVOTI PIER CARLO LUIGI 0,23, USSEGLIO VIRETTA ROBERTO 0,18, ARIOTTO ALESSIO 0,16, VARALDO LORENZO 0,15, DEL PERO GUGLIELMO 0,11.

Piero Fassino: ripartiamo con fiducia dal 40% – “Il voto ci vede saldamente in testa di dieci punti. Andiamo con fiducia al ballottaggio dove ripartiremo dal 40%” ha dichiarato il candidato sindaco del centrosinistra. “Il voto non è sul governo, né per ridefinire equilibri parlamentari”, “ci rivolgeremo ai torinesi per non interrompere il percorso di innovazione”. Poi dalla sala stampa del Comune si sofferma sul forte calo dell’affluenza (dal 66% al 57%): “La crisi ha accentuato la disaffezione al voto”.

Chiara Appendino (M5S) “No poltrone per voti” – E’ un “risultato storico” del M5S per la candidata sindaco 5 Stelle di Torino, Chiara Appendino. “Erano 15 anni che questa città non andava al ballottaggio. E’ un risultato bellissimo, abbiamo lavorato sul territorio”, ha dichiarato Appendino che avverte: “Non ci saranno poltrone in cambio di voti”. Da qui al ballottaggio “continueremo a parlare di lavoro, povertà, disoccupazione, periferie”.

Elezioni sindaco a Bologna: ballottaggio tra Virginio Merola (centrosinistra) e Lucia Borgonzoni (centrodestra). MEROLA VIRGINIO 39,46, BORGONZONI LUCIA 22,27, BUGANI MASSIMO 16,59, BERNARDINI MANES 10,43, MARTELLONI FEDERICO 7,00, BADIALI MATTEO 1,51, LORENZONI ERMANNO 1,25, DE CARLI MIRKO 1,19, CELLONI SERGIO 0,25.

Matteo Renzi:noi non diciamo che abbiamo vinto – “Noi del Pd oggi non siamo tra quelli che dicono abbiamo vinto”, ha dichiarato il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, commentando l’esito del voto amministrativo. “Non siamo contenti dei risultati”, soprattutto a Napoli, aggiunge, “E’quello peggiore per il Pd”. Su Napoli, “alla prossima direzione proporrò una soluzione commissariale per ripartire da zero”.
Buoni risultati per il M5S a Torino e Roma, dice Renzi, dove Giachetti, al ballottaggio con la Raggi, “ha fatto un mezzo miracolo. Si giocherà la partita”.

Poi il premier chiarisce che il voto alle comunali non avrà influenza su quello del referendum costituzionale. “Sono partite profondamente diverse. Allo stesso modo confermo che il referendum avrà ripercussioni sul governo”.
Il “voto di protesta” c’è, dice Renzi, ma “non mi stupirei che molti di quelli che ieri hanno votato Lega o M5S al referendum voteranno per il sì”. Il premier conferma la linea sull’Italicum: “Sosteniamo il premio alla lista, non alla coalizione”.

Beppe Grillo Risultato storico,cambiamo tutto – “Il M5S è la prima forza politica a Roma e a Torino (…) un risultato storica”. Così scrive sul suo blog Beppe Grillo, commentando i dati elettorali che premiano il Movimento 5 Stelle soprattutto a Roma e Torino. “Il Movimento 5 Stelle è lento ma inesorabile. Cambiamo tutto” ha aggiunto. Grillo rileva che anche “a Savona si profila il ballottaggio” e che a Bologna il M5S “ha raddoppiato i voti delle precedenti elezioni comunali”.

“Gli italiani ci hanno riconosciuto la capacità di governare e dobbiamo essere onorati della loro fiducia. Stiamo cambiando questo Paese con onestà e partecipazione”, ha scritto Di Maio.

Di Battista:M5S soddisfatto,ora vincere “Siamo estremamente soddisfatti, ora dobbiamo vincere”. E’ quanto dichiarato da Di Battista, del direttorio M5S, commentando da Bruno Vespa su Raiuno i primi risultati del voto. “Evidentemente abbiamo fatto cose molto buone”.”Abbiamo convinto i cittadini con buoni programmi, nonostante avessimo tutti contro”. “La nostra è una crescita significativa, non è un voto di protesta, noi siamo la buona politica. Riusciremo ad amministrare la Capitale, che è stata spolpata, ma anche altre città come Torino”.

Guerini (PD): ballottaggi sfida decisiva – Il vicesegretario del Pd, Guerini, commentando i primi dati elettorali ha dichiarato “Seguiamo con attenzione lo spoglio”. “A Roma si partiva da una situazione difficile, ma confidiamo di poter attendere con fiducia questa lunga serata elettorale”. “C’è un risultato importante della Raggi,perché altrove il M5S non è in partita”. La sfida “decisiva sarà quella del ballottaggio, ce lo giochiamo: il Pd arriverà all’appuntamento con impegno e determinazione”. “Positivi i dati di Milano, Bologna e Torino”, conclude Guerini.

Matteo Salvini (Lega): “A Roma scelta suicida di Forza Italia” – “Dove c’è la Lega si va, dove Berlusconi ha fatto altre scelte campa cavallo”. Così ha commentato i risultati elettorali il leader della Lega, Matteo Salvini.
“Sono orgoglioso della coerenza e del contributo fondamentale della Lega al centrodestra”, ha aggiunto Salvini. Poi sui primi dati di Roma: “Dico ‘Daje Gio” (Giorgia Meloni, ndr) e mi sembra evidente che da parte di Forza Italia c’è stata una scelta suicida”. “Dove non ci saranno candidati della Lega ai ballottaggi, non daremo i voti al Pd”.

Poi a Radio Padania ha commentato “Il dato della Lega, al di là delle chiacchiere notturne e dei sondaggi, è incredibile”. “A Milano la partita non è solo aperta ma di più…ieri sera dicevano che il Pd era avanti di 6-7 punti e invece… La battaglia di Milano si gioca il 19 giugno anche perché molti elettori ieri non hanno votato”. Salvini si è detto felice del risultato:”dove ci siamo si vince”.

“Dal 20 giugno, dopo i ballottaggi,lavorerò per un’assemblea e per un programma in dieci punti di una nuova coalizione che guardi al futuro e non al passato: non mi interessa la leadership” ha aggiunto Salvini. Sul risultato nella Capitale:”Rigiocherei la partita dieci volte. Mi spiace per la Meloni ma Berlusconi ha sbagliato, bisogna ricostruire un centrodestra forte,libero, orgoglioso”. Su testa a testa Sala-Parisi a Milano: “Renzi ha tirato il rigore sopra la traversa” e “Renzi esce stra-indebolito dal voto”.

Primo Exit Poll delle 23
Elezioni a Roma, exit poll numero uno ore 23 – Virginia RAGGI 34,0-38,0, Roberto GIACHETTI 20,0-24,0, Giorgia MELONI 16,0-20,0, Alfio MARCHINI 9,0-13,0.

Elezioni a Milano exit poll numero uno ore 23 – Giuseppe SALA 41,0-45,0 , Stefano PARISI 35,0-39,0, Gianluca CORRADO 8,0-12,0, Basilio Vincenzo RIZZO 3,0- 5,0.

Elezioni a Napoli exit poll numero uno ore 23 – Luigi DE MAGISTRIS 43,0-47,0, Giovanni LETTIERI 20,0-24,0 , Valeria VALENTE 15,0-19,0 , Matteo BRAMBILLA 11,0-15,0.

Elezioni a Torino, exit poll numero uno ore 23 – Piero FASSINO 39,0-43,0, Chiara APPENDINO 28,0-32,0, Alberto MORANO 8,0-10,0, Roberto ROSSO 3,5- 5,5.

Comune di Bologna Proiezione n°1 copertura campione 5% – MEROLA Virginio 40,3; BORGONZONI Lucia 20,0; BUGANI Massimo 19,2; MARTELLONI Federico 9,1.

Dati affluenza alle Urne ore 23 – Secondo i dati resi noti dal Ministero degli interni, l’affluenza definitiva in tutta Italia per le Comunali 2016 è stata del 65,8%

Rispetto alle ultime elezioni amministrative (quando si era votato sia di domenica che di lunedì) il calo è di circa sette punti percentuali: l’affluenza precedentemente registrata fu del 72,7%.

La rilevazione del Ministero dell’Interno non tiene conto dell’affluenza nelle Regioni a Statuto Speciale del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia.

Dati affluenza alle Urne ore 19 – L’affluenza alle urne rilevata alle ore 19 per le elezioni comunali in 1.274 centri chiamati al voto è stata del 46,01% . Lo rende noto il Viminale. Il dato non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia e in Sicilia.
Nelle precedenti elezioni amministrative alle ore 19 la percentuale dei votanti si era attestata al 37,53%, ma si votava in due giorni.

Alle ore 12 l’affluenza era stata del 17,99%

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *