Elezioni comunali. Guerini (PD): “Brucia la sconfitta a Venezia”. Cavallin (Ance):”Ora risolvere i problemi”

Roma, 15 giugno 2015 – Colpo di scena a Venezia dove gli elettori hanno premiato il candidato di centrodestra Luigi Brugnaro che, a pochi seggi dalla fine dello scrutinio, è in testa sul concorrente di centro sinistra, l’ex magistrato Felice Casson.

[easy_ad_inject_1]Brutta tegola per il Partito Democratico che si conferma però a Lecco, Mantova, Macerata e Trani. Rovigo e Arezzo vanno al centrodestra.

In totale i ballottaggi premiano il centrodestra che vince in 5 comuni capoluogo contro i 4 del centrosinistra. Oltre a Venezia e Arezzo, il centrodestra strappa Matera e conferma Rovigo e Chieti. Il centrosinistra strappa Mantova e Trani e conferma Lecco e Macerata.

Il Movimento 5 Stelle non conquista alcun sindaco nei comuni capoluogo, ma vince nei comuni di Venaria Reale (Torino), Porto Torres (Sassari) e Quarto (Napoli). Il Pd perde Nuoro che va a Liste civiche e Partito sardo d’azione, e Fermo che va alle liste civiche Piazza Pulita e Il Centro.

Affluenza: Debole il dato sull’affluenza alle urne. Alle 23 ha votato il 47,11% contro il 63.21% del primo turno (il dato diffuso dal Viminale, non tiene conto delle comunali in corso in Sicilia, dove si vota anche oggi, lunedì).

Non è soddisfatto Lorenzo Guerini, portavoce e vice segretario del Partito Democratico, che dichiara: “Dai ballottaggi vengono risultati con luci e ombre. L’analisi puntuale conferma che il Pd è nettamente il primo partito in Italia anche nel numero dei sindaci, ma non è sufficiente a farci brindare” e “giudicare positivo il risultato”. Guerini poi ribadisce quanto “Brucia la perdita di Venezia, come anche di altre città importanti come Arezzo, Fermo, Matera Nuoro”.

Ugo Cavallin, Presidente ANCE Venezia dichiara: “Auspico che il nuovo Sindaco di Venezia riesca a tirare fuori la città dalla profonda crisi in cui versa,ponendo finalmente termine a un periodo negativo di impasse socio – economica. A nome dell’associazione che rappresento, porgo le mie più sentite congratulazioni e rivolgo un grande in bocca al lupo all’amico Luigi Brugnaro. L’Ance sarà in prima linea con lui, un sindaco imprenditore a Venezia potrebbe essere una occasione unica. Non possiamo perdere questa straordinaria opportunità e dobbiamo invece cogliere la volontà di voltare pagina che Venezia e Mestre hanno espresso con chiarezza. Per quanto ci riguarda e nel rispetto dei ruoli il nuovo Sindaco sa di poter contare da subito sul nostro sostegno. L’Ance si metterà a disposizione per lavorare fianco a fianco al fine di risolvere le numerose e complesse problematiche locali, a partire dalla spinosa ed urgente questione del regolamento edilizio. Nei prossimi giorni chiederemo un incontro per far pervenire suggerimenti e proposte, che possano servire a rilanciare subito Venezia sotto il profilo economico e produttivo di cui l’edilizia e il mercato immobiliare rappresentano due asset fondamentali. In un momento congiunturale così duro, è necessaria più che mai una svolta politica, una pubblica amministrazione che, nel rispetto delle regole, riesca ad accogliere le richieste delle categorie, e sono sicuro che il neo sindaco, da imprenditore di lungo corso e comprovato successo, non lascerà cadere nel vuoto questo appello.”
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *