Emanuela Orlandi. Alì Agca a “Chi l’ha visto” accusa Cia e Vaticano. Federica Sciarelli “senza prove sono buffonate”.

Alì Agca, l’attentatore del Papa entra ancora nella vicenda della scomparsa di Emanuela Orlandi accusando in diretta tv Cia e Vaticano. Sembra una trama degna di uno dei libri di Dan Brown: tra Angeli e Demoni e Condici Da Vinci vari, si innesta la triste realtà del caso di Emanuela Orlandi, scomparsa a Roma il 22 giugno 1983 dopo che si era recata alla scuola di musica nel complesso di Sant’Apollinare, caso archiviato dalla giustizia italiana con la pronuncia della Cassazione che ha dichiarato inammissibile il ricorso della famiglia che si era opposta all’archiviazione.

Sul caso è intervenuti in diretta a “Chi l’ha Visto”, colui che ha sparato a Papa Giovanni Paolo II il 13 maggio del 1981, Alì Agca.
“Emanuela Orlandi è stata rapita dalla Cia in cambio della mia liberazione” ha detto il sedicente esponente dei “Lupi Grigi”.

Cosa avrebbe pensato il professor Robert Langdon se si fosse trovato con la Sciarelli a sentire le parole di Agca lo si può solo immaginare tra le righe di un libro, ma questa purtoppo è realtà mista a fiction, quella necessaria della televisione.

Secondo Alì Agca “fu la Cia, con la collaborazione di qualcuno all’interno del Vaticano” a rapire Emanuela Orlandi. E ancora: “Il Papa e Sandro Pertini dovevano incontrarsi per decidere della mia liberazione” e ha citato una lettera inviata nell’agosto del 1984 dagli uomini della Cia all’Ansa “nella quale si spiegava che Alì Agca doveva essere trasferito a Panama o a Costa Rica agli arresti domiciliari”.

Ma Federica Sciarelli non ci sta è lo ha interrotto, chiedendo documenti e prove di ciò che afferma ormai da tempo: “Devo ricordare che lei è stato pagato per sparare al Papa. Senza prove, devo definire le sue dichiarazioni una buffonata”.

Agca ha replicato: “Le buffonate sono le vostre, che avete santificato Enrico De Pedis e la banda della Magliana”.

Pietro Orlandi ha poche amare parole di commento “Agca mi ha già raccontato queste cose quando ho parlato con lui, a Istanbul, ma mi aveva promesso di fornirmi dei documenti”, prove cartacee che non sono mai arrivate. “Vorrei crederci ascolto chiunque abbia da dirmi qualcosa. Dopo tanti anni, però, mi sento preso in giro”.

Un anno fa Alì Agca, all’indomani della richiesta di archiviazione dell’inchiesta presentata dalla procura di Roma, rilasciò una dichiarazione all’agenzia Adnkronos, lanciando un appello a Papa Francesco. “È l’anno della misericordia, faccia qualcosa per lei” furono le parole dell’ex terrorista che si diceva convinto che la ragazza sia viva e che si trovi in un convento. Anche l’anno prima era tornato sul caso dicendo che la ragazza era viva e che il Vaticano sapeva tutto, ma che “difficilmente l’avrebbe consegnata alla famiglia”.

Dopo l’intervento di Agca, a “Chi l’ha visto” si è parlato poi delle intercettazioni che riguardano proprio monsignor Pietro Vergari che cercherebbe di capire come muoversi e cosa dire sulla vicenda che lui stesso definisce “tanto complicata” e che definisce Pietro Orlandi, che da sempre si è battuto per la verità, uno “squilibratello”.

Squilibrata è la situazione che una ragazzina di 14 anni della Città del Vaticano, scompare da Roma e di lei non si sa più niente. Squilibrato è un cold case che forse qualcuno non vuole ancora aiutare a risolvere, come fosse l’assassinio di Kennedy o il mistero sul presunto falso sbarco sulla luna.

Quanti anni ancora i familiari di Emanuela Orlandi dovranno sopportare la terribile punizione di non poter portare un fiore alla tomba della propria cara? Quali misteri ancora si celano nel calderone dei depistaggi continui e dei silenzi?

Dan Brown forse non avrebbe saputo fare di meglio ma se fosse stato possibile, Pietro Orlandi non avrebbe esitato a chiamare il professor Langdon. Peccato che persone così sono solo viventi nella dimensione della fantasia come fantasia per ora è che si possa scrivere la parola fine su Emanuela e Mirella Gregori.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *