Migranti e “piano B”. Salvini: “mi sembra una supercazzola”. Renzi:”se non soluzione faremo da soli”. Pisapia:”non mandate altri immigrati a Milano”

Milano, 16 giugno 2015 – Per l’emergenza l’Italia pretenderà dall’Europa una decisione concreta. Ma se non dovesse arrivare Renzi ha annunciato:”L’Italia ha un piano B”. Molto si discute sul “piano B” del Governo e qualche indiscrezione inizia a trapelare. Salvini è dubbioso, mentre Alfano la difende e intanto il sindaco di Milano si appella: “non mandate altri profughi a Milano”.

[easy_ad_inject_1] Il piano b. Da un lato il Ministro dell’Interno Angelino Alfano chiaramente dice “Non posso parlare del nostro piano b” e insiste: “Non dobbiamo ottenere di più dall’Europa diciamo no a un numero fisso di migranti da distribuire, ma serve un meccanismo automatico per distribuirli in Europa quando arrivano qui” e aggiunge “quello che accade a Ventimiglia è l’antipasto di quello che accadrebbe se si chiudesse Schengen”.

Dalle agenzie che citano fonti vicine al governo emerge un “piano b” fatto innanzitutto di permessi temporanei a chi richiede asilo di modo che possa oltrepassare le frontiere, anche quelle francesi di Ventimiglia”. Ci sarebbe poi la lotta agli scafisti in Libia, e l’obbligo per le navi straniere che soccorrono i migranti in mare di portarli nei loro Paesi. Altra soluzione sono i rimpatri più veloci e a centri di smistamento per i profughi tramite accordi di polizia con Paesi africani e Bangladesh mediante accordi bilaterali con i Paesi interessati, esperimento già attuato con Egitto, Tunisia e Marocco.

Salvini:”Renzi fenomeno”. Critico Matteo Salvini sul “piano b” del Governo che a Radio Padania, senza mezzi termini dice: “mi sa molto della supercazzola..”. “Vorrei risolvere il problema ma occorre un po’ di umiltà e un po’ meno spocchia – ha aggiunto -.La Lega è a disposizione se vogliamo portare a casa dall’Europa tutto quello che possiamo portare a casa, non piani b, c, d..”.

Renzi:”Se non si trova soluzione faremo da soli”. Il premier Matteo Renzi, commentando le forti divergenze da Bruxelles spiega il Piano B: “L’Europa è a un bivio. Se ragiona come comunità e si fa carico di risolvere insieme il problema, questo è il piano A. L’atteggiamento muscolare di alcuni Paesi amici va in direzione opposta”. E aggiunge: “Se non si trovano soluzioni alte, faremo da soli. Il piano B è che l’Italia affronterà il problema in autonomia, da quel grande Paese che è”.

Pisapia: “Milano ha già dato”: “L’amministrazione e la città hanno già fatto la loro parte, e continueranno a farla. La catena di solidarietà è stata straordinaria”, ma “più di così Milano non può fare” ha detto il primo cittadino di Milano che chiede “che non vengano inviati ulteriori profughi in città”. “Visto che l’Europa ci ha abbandonato è necessario ridistribuire le presenze nelle diverse Regioni,proporzionalmente agli abitanti e in base alla effettiva capacità di dare una prima e dignitosa accoglienza”,precisa.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it