Esame di maturità. Coldiretti consiglia meno caffè e più frutta per la dieta dei maturandi

Roma, 18 giugno 2015 – Gli esami di maturità sono iniziati ieri, oggi i maturandi stanno sostenendo la seconda prova d’esame che, dopo il compito di italiano, dovranno affrontare ancora più concentrati e pieni di energia. E proprio per affrontare al meglio questo particolare momento della vita che prepara la strada per il loro futuro, la Coldiretti ha stilato una lista di alimenti, una particolare dieta dei maturandi, che dovrebbe aiutarli ad affrontare l’esame di maturità carichi di energia.

[easy_ad_inject_1]Diversamente da ciò che normalmente si pensa, il caffè non va assunto a dosi eccessive, troppa caffeina fa male, meglio dunque la frutta e tanta perché aiuta a rilassarsi e a combattere il grande caldo di questi giorni che non aiuta certo gli studenti che stanno sostenendo l’esame di maturità. Troppo caffè per rimanere svegli, non aiuta a combattere l’insonnia e l’ansia, anzi aumenta l’eccitazione e certo non vi aiuta a dormire.

“Un aiuto per vincere la preoccupazione viene dagli alimenti ricchi di sostanze rilassanti come pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele che favoriscono il sonno e aiutano l’organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica”

sottolinea la Coldiretti.

E per affrontare l’ultima prova, quella orale che più di tutte le altre mette tanta tensione addosso, oltre al caffè, vanno evitati alimenti quali patatine fritte in sacchetto, salatini e cioccolata che sono tra i cibi spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie.

Bisogna evitare sia il digiuno che le abbuffate, e in particolare la Coldiretti consiglia di non mangiare cibi troppo pesanti o con sostanze eccitanti, oltre ad alimenti in scatola che contengono spesso troppo sodio. Al bando, tra i condimenti, curry, pepe, paprika e troppo sale.

“Esistono invece cibi che aiutano a rilassarsi per la presenza di un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento. La serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce di stagione ma effetti positivi nella dieta serale si hanno con legumi, uova bollite, carne, pesce, formaggi freschi”

sottolinea la Coldiretti.

Per un buon sonno, tra le verdure, invece, vanno preferite la lattuga, la cipolla e l’aglio, proprio per lo loro proprietà sedative. Aiuta a dormire bene anche un buon bicchiere di latte caldo prima di mettersi a letto “che oltre a diminuire l’acidità gastrica che può interrompere il sonno, fa entrare in circolo durante la digestione elementi che favoriscono una buona dormita per via di sostanze, presenti anche in formaggi freschi e yogurt, che sono in grado di attenuare insonnia e nervosismo”.

Inoltre, un buon dolce ricco di carboidrati semplici, spiega la Coldiretti, ha una positiva azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele che hanno un effetto rilassante e di piacere che aiuta a distendere la mente e la rende più pronta a rispondere alle domande degli esaminatori.

[easy_ad_inject_2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *