You are here
Home > Economia > Esenzione e rimborso Canone Rai. Si attendono i decreti attuativi

Esenzione e rimborso Canone Rai. Si attendono i decreti attuativi

Fallback Image

Roma, 14 marzo 2015 – Il canone Rai da quest’anno, come ormai sanno tutti, è stato rivoluzionato. Da mesi la televisione ci ripete che si pagherà con la bolletta elettrica della casa di abitazione. Quest’anno il canone Rai anno avrà un costo di 100 euro e sarà rateizzato.

Ma cosa accade se si è pagato un canone non dovuto per esempio con la bolletta elettrica pur essendo esente in quanto over 75 anni? Come chiedere il rimborso? E per chi non deve pagarlo? Come chiedere l’esenzione?

Su questo ci aiutava l’Agenzia delle Entrate che sul proprio sito web ha dedicato una pagina all’esenzione del canone e al rimborso dello stesso.

Purtroppo queste modalità non sembrano più in vigore e si attendono i nuovi decreti attuativi e i nuovi aggiornamenti che si spera arrivino presto. La stessa agenzia delle entrate scrive sul suo sito web che “i contenuti di questa pagina sono in corso di aggiornamento in seguito alle novità – pdf introdotte dalla legge di stabilità 2016. Per ogni informazione, è comunque possibile consultare il sito http://www.canone.rai.it/”

In realtà il rimborso non sembra poi così facile, almeno per il sito di informazione legale laleggepertutti.it che parla di un’odissea burocratica: “Il contribuente – spiega il sito – che, pur non avendo il televisore o pur essendo esente dal pagamento del canone (per esempio perché over 75), versi per errore il canone Rai pagando la bolletta della luce, a chi dovrà chiedere il rimborso? Allo Stato o alla società di energia elettrica? La bozza del decreto attuativo della Legge di Stabilità in materia di canone Rai prevede un iter di rimborso piuttosto complesso”.

La procedura quindi dovrebbe essere questa: si invia la richiesta di rimborso all’Agenzia delle Entrate che ne accerta la fondatezza – “e gira la pratica all’Acquirente Unico (società pubblica che garantisce le forniture elettriche alle famiglie). L’Acquirente Unico informerà a sua volta la società elettrica della necessità di rimborsare attraverso una banca dati comune (che si chiama SII). ”

Infine “la società elettrica restituirà il canone indebitamente versato dal contribuente inserendolo in fattura”.

Esenzione over 75 e limite di reddito: per ora non c’è chiarezza nemmeno sotto questo fronte: il sito della Rai dedicato al canone scrive che “Per gli anni dal 2016 al 2018, una quota delle eventuali maggiori entrate versate a titolo di canone di abbonamento alla televisione rispetto alle somme già iscritte a tale titolo nel bilancio di previsione per l’anno 2016 è destinata all’ampliamento sino ad euro 8.000 annui della soglia reddituale per l’esenzione a favore dei soggetti di età pari o superiore a 75 anni. Le modalità di fruizione dell’esenzione saranno stabilite con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico”.

Similar Articles

9 thoughts on “Esenzione e rimborso Canone Rai. Si attendono i decreti attuativi

  1. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate non c’è nessun modello per dichiarare di non essere in possesso della televisione, diversamente da quanto detto nell’articolo.

    1. Salve Renzo, nell’articolo c’è un link che porta alla pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate dove ci sono i link (sulla sinistra) che portano ai modelli, compreso quello della richiesta esenzione.
      Per comodità le indico anche il link: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Agevolazioni/CanoneRai/Modello+Canone+rai/

      Per informazioni può anche consultare il sito http://www.canone.rai.it/ o chiedere chiarimenti al numero verde 800.93.83.62

      Cordialità

        1. Grazie Gavino della segnalazione. Il modulo fa riferimento alle esenzioni previste dalla normativa indicata ed effettivamente in essa si dichiara di possedere un televisore. Approfondiremo la questione.

    2. Il modello non è ancora disponibile. Qualunque sia il motivo per il quale non lo sia, resta il fatto che chi è esente, a mio parere, non deve pagare alcun addebito, stornare l’importo e pagare solo la bolletta elettrica. Non possono, per questo motivo distaccarvi la corrente. In caso di controlli non potranno che prendere atto del diritto a non pagare. Qualora sussista ovviamente.

  2. Prima di dare le notizie sarebbe il caso di verificarle. Questa notizia scritta anni fa aveva senso. Non ha nulla a che fare con il canone Rai in bolletta elettrica di cui si aspetta ancora il decreto attuativo e le disposizioni del direttore dell’agenzia delle entrate

    1. Ciao Antonio, grazie per il tuo intervento.

      Aggiungo che l’Agenzia delle Entrate ha aggiunto questo avviso: i contenuti di questa pagina sono in corso di aggiornamento in seguito alle novità – pdf introdotte dalla legge di stabilità 2016. Per ogni informazione, è comunque possibile consultare il sito http://www.canone.rai.it/

Lascia un commento


Top