Esercizio fisico: fa bene alla salute, ma non serve contro l’obesità

Londra, 25 aprile 2015 – L’esercizio fisico non serve contro l’obesità, lo affermano tre affermati medici in un editoriale che sta sollevando non pochi polveroni nel mondo dell’industria alimentare. In un recente rapporto dell’Academy of Medical Royal Colleges del Regno Unito, l’attività fisica moderata (circa 30 minuti per 5 giorni a settimana) viene descritta come una cura miracolosa, più efficace di molti farmaci somministrati per la prevenzione e la gestione delle malattie croniche. L’esercizio fisico è importante nella prevenzione di patologie come le malattie cardiovascolari, il diabete di tipo 2, la demenza e alcuni tipi di cancro. Tuttavia, l’attività fisica non contribuisce a far perdere peso, non serve contro l’obesità.

[easy_ad_inject_1]E’ ora, dunque, di sfatare un falso mito perché, stando a quanto sostengono tre specialisti di fama internazionale in un editoriale pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, l’esercizio fisico non serve a nulla o quasi per combattere l’obesità. Essere obesi o in sovrappeso è tutta una questione di cattiva alimentazione i cui effetti non possono essere annullati con l’esercizio fisico ma solo una una dieta sana ed equilibrata, e ovviamente, mangiando meno. Secondo i tre medici sono in primo luogo l’eccesso di zuccheri e carboidrati la causa dell’aumento del numero dei soggetti obesi. Anche se fare attività fisica regolarmente produce molti benefici per la nostra salute, è la nostra dieta ad alto contenuto calorico che porta all’obesità.

“Negli ultimi 30 anni, l’obesità è aumentata in modo esponenziale, ci sono stati pochi cambiamenti nei livelli di attività fisica nella popolazione occidentale. Il tipo e la quantità di calorie consumate hanno contribuito all’aumento degli obesi. Oggi la cattiva alimentazione, associata ad alcol e fumo, genera più malattie rispetto all’inattività fisica”

scrivono gli autori dell’editoriale: il cardiologo britannico Dr. Aseem Malhotra, consulente della Academy of Medical Royal Colleges di Londra, il Prof. Tim Noakes dell’Istituto Scienza dello Sport di Sud Africa a Città del Capo, e il dottor Stephen Phinney, professore emerito di medicina presso l’Università di California Davis.

Le persone sono continuamente invase da messaggi fuorvianti secondo i quali basterebbe il conteggio delle calorie per mantenere il peso forma e molti altri, credono, erroneamente, che l’obesità sia dovuta interamente alla mancanza di esercizio fisico. La ricerca ha dimostrato che per ogni 150 calorie in eccesso di zucchero (ad esempio una lattina di cola), si registra un aumento di 11 volte della prevalenza del diabete di tipo 2, rispetto ad un identico contenuto calorico ottenuto da grassi o da proteine. E questo indipendentemente dal peso della persona e dal tipo di attività fisica che svolgeva. Quel che conta davvero, dicono i medici (ben noti per le loro opinioni su dieta, esercizio fisico e salute) è la fonte da cui le calorie provengono, non il loro conteggio.

“Questa ‘falsa percezione‘ è radicata nelle tecniche di marketing delle industrie del settore alimentare, che utilizza tattiche illusorie simili a quelle utilizzare dalle industri del tabacco: la negazione, il dubbio, la confusione e persino il compiacimento di scienziati che si piegano a quelle scelte, a danno di milioni di vite”

affermano i tre specialisti.

“Una persona obesa non ha bisogno di fare una virgola di esercizio fisico per perdere peso, ha solo bisogno di mangiare di meno. La mia più grande preoccupazione è che i messaggi errati che stanno arrivando al pubblico suggeriscono che si può mangiare quello che si vuole, tanto basta fare esercizio fisico per annullare tutto quello che si è ingerito in più. Questo è non scientifico, è sbagliato. Non basta l’esercizio fisico per contrastare una cattiva alimentazione”

ha detto il dottor Aseem Malhotra.

La chiave per combattere l’obesità è cambiare il nostro modo di mangiare seguendo una dieta sana ed equilibrata. Basta con il cibo spazzatura e basta soprattutto con il falso mito che ci si può fare delle grandi abbuffate tanto poi quello che si è mangiato in più si smaltisce con l’esercizio fisico.

“Non si può correre più veloci di una cattiva alimentazione. Non è così, almeno se si è obesi o incapaci di controllare il proprio peso”

avvertono gli specialisti.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *