You are here
Home > Spettacoli > Fabio e Mingo sospesi da Striscia la Notizia. Gli inviati non commentano

Fabio e Mingo sospesi da Striscia la Notizia. Gli inviati non commentano

Fallback Image

Roma, 25 Aprile 2015 – Fa discutere e ha suscitato scalpore la decisione della produzione della nota trasmissione televisiva in access prime time di Canale 5, “Striscia La Notizia” di sospendere due suoi storici inviati, Fabio e Mingo.

[easy_ad_inject_1] L’annuncio era stato dato dal Gabibbo in diretta: “Cari telespettatori, abbiamo ricevuto una segnalazione che può mettere in discussione il rapporto di fiducia con la redazione pugliese di Fabio e Mingo. Da subito, sono sospesi da inviati. Quando tutto sarà chiaro, vi faremo sapere. Oh, qui siamo a Striscia, mica a MasterChef”

Fabio e Mingo per ora non commentano e nessuna indicazione è stata resa nota sul perché Fabio e Mingo improvvisamente non vedono più trasmessi i loro servizi in onda.

Tra le ipotesi della loro sospensione potrebbe esserci il servizio “Ok, il prezzo è triplo” andato in onda il 13 aprile 2015 e che avrebbe al suo centro uno stabile di Pescara pagato nel 2012 900mila euro dall’imprenditore Ermanno Cetrullo e di recente acquistato dall’Asl di Pescara a 2,8 milioni di euro.

E’ questa l’ipotesi riportata dal quotidiano “Il Giornale” e il direttore generale della Asl, Claudio D’Amario avrebbe annunciato querela.

Proprio D’Amario ha dichiarato al quotidiano “Il Centro”: “Sono basito del fatto che una testata con 8 milioni di telespettatori, seppur satirica, manipoli le informazioni”, ha detto al Centro, “Striscia la notizia ha mandato in onda immagini di un capannone abbandonato e cadente, ma noi non compriamo supermercati in disuso. Il servizio trasmesso è stato un’offesa per la Asl e anche per me […] Io sono stato al gioco perché so come funziona l’informazione. Avrei potuto negare l’incontro perché ero impegnato a lavorare, invece, per quasi mezz’ora ho spiegato agli inviati le motivazioni dell’operazione di acquisto, a partire dalla necessità di abbattere il costo degli affitti, ma la realtà dei fatti è stata deformata e, pertanto, denunceremo Striscia la notizia per calunnia e diffamazione, chiederemo il sequestro della puntata e il risarcimento dei danni subiti dalla Asl e anche da me stesso: sono stato dipinto come un imbroglione o un cretino e, a causa di questo servizio, la mia carriera potrebbe risentirne con possibilità precluse. Stiamo valutando quale è la procura di competenza, Milano, Roma o Pescara, poi, presenteremo la querela”.

[easy_ad_inject_2]

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top