Fabrizio Corona resta in carcere: per Riesame è soggetto incline a delinquere

Giustizia

Milano, 13 dicembre 2016 – Fabrizio Corona resta in carcere. Così si legge nelle motivazioni del tribunale del Riesame che lo scorso 27 ottobre ha respinto l’istanza di scarcerazione, definendo l’ex re dei paparazzi soggetto incline a delinquere. “Inusuale inclinazione a delinquere, le modalità di esecuzione del reato denotano una sicura capacità delinquenziale”, si legge nelle motivazioni del Tribunale del Riesame di Milano che conferma così la custodia cautelare in carcere per Corona.

Fabrizio Corona è in carcere dallo scorso 10 ottobre con le accuse di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, intestazione fittizia di beni e violazione delle norme patrimoniali relative alle misure di prevenzione. L’inchiesta che ha portato di nuovo in carcere l’ex fotografo di Vip, riguarda i 2,6 milioni di euro in contanti trovati in un controsoffitto e in alcune cassette di sicurezza in Austria.

Per il Tribunale dei Riesame di Milano sussiste il pericolo concreto e attualissimo che Corona possa commettere “analoghe condotte criminose” e il “pericolo di inquinamento probatorio, considerando anche la sua assoluta indifferenza per il rispetto delle regole e i benevoli trattamenti sanzionatori e di esecuzione della pena concessagli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *