Femminicidio a Laveno Mombello (Varese). Uccide la moglie a martellate e si costituisce

Ancora un triste capitolo si aggiunge nel libro nero dei femminicidi italiani. Questa volta la cronaca registra l’omicidio ai danni di una donna in provincia di Varese, e più esattamente a Laveno Mombello, comune di 8.906 abitanti in Lombardia sulle rive del Lago Maggiore.

La vittima, Lorena Gisotti, 54 anni, è stata trovata morta nella notte nella villetta dove abitava in via Fiume 2, nei pressi di piazza del Carroccio. Ad ucciderla, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato il marito 46 enne, che poi si sarebbe costituito presentandosi personalmente nella caserma dei Carabinieri.

L’arma utilizzata per il tragico omicidio sarebbe stata un martello.

Nella villetta sono giunti i soccorritori del 118 con elicottero: i sanitari hanno tentato di salvare la donna ma purtroppo è stato inutile, la vittima è deceduta per le gravissime ferite inferte.

Sul caso indagano i Carabinieri della compagnia di Luino che hanno iniziato a raccogliere le testimonianze dei vicini di casa che, però, non avrebbero sentito nulla. Ai militari spetterà anche far luce anche sul movente dell’omicidio.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *