Franco Gabrielli. “No a uomo solo al comando”. Ignazio Marino:”Affronteremo insieme questioni delicate”

Roma, 1 settembre 2015 – Il prefetto di Roma Franco Gabrielli è intervenuto nella trasmissione Agorà in onda su Rai 3 dove è tornato sulla questione del suo ruolo nella gestione delle criticità su Roma.

[easy_ad_inject_1] “Il prefetto in questo Paese, per fortuna, non ha i poteri di sciogliere il Comune, ma i poteri sono del presidente della Repubblica, su proposta del ministro dell’Interno” chiarisce Gabrielli specificando che “Il ministro Alfano mi ha fatto la lista della spesa e cioè le otto aree individuate dalle commissioni d’accesso”.”La vicenda romana è molto più complicata di quella della Concordia.Non ho mai creduto a un uomo solo al comando” ha aggiunto.

Intanto il sindaco di Roma Ignazio Marino, in una lettera in risposta a Gigi Proietti pubblicata sul Messaggero scrive tra l’altro: “Oggi non c’è un euro del Campidoglio speso senza una gara pubblica, verificata anche in collaborazione con Raffaele Cantone col quale abbiamo firmato (prima della relazione di Alfano) un protocollo di intesa. E qui siamo alle altre questioni sollevate nella lettera. A Roma «c’è un sindaco solo, eletto dal popolo e legittimato dal voto, che così rimarrà fino alla fine del suo mandato». Parole mie? No, parole pronunciate oggi (ieri per chi legge ndr) da Franco Gabrielli, il prefetto di Roma, un galantuomo e un rappresentante dello Stato col quale ho un solido rapporto di collaborazione e stima. Con lui affronteremo le questioni più delicate, verificheremo ciò che ancora c’è da fare sul terreno della legalità e della trasparenza, con lui lavoreremo per realizzare un Giubileo della Misericordia che riempirà di orgoglio i romani e gli italiani. ”

[easy_ad_inject_2]