You are here
Home > Scienza e Tecnologia > Gennaio da record, per la NASA è il mese più caldo mai registrato

Gennaio da record, per la NASA è il mese più caldo mai registrato

Fallback Image

Washington (USA), 18 febbraio 2016 – Il caldo del mese di gennaio fa registrare un nuovo record di temperatura globale. Le poche piogge e le temperature più alte della media stagionale che hanno caratterizzato il primo mese dell’anno non si registravano dal 1880, da quando cioè si ha disponibilità di dati.

Stando ai dati della Nasa, dopo un 2015 classificato appena un mese fa come anno più caldo degli ultimi 136 anni, il 2016 non si smentisce, anche se queste temperature più elevate della media stagionale sono state fortemente influite dal fenomeno naturale periodico di El Niño, che riscalda le acque del Pacifico.

Ma solitamente El Niño fa salire le temperature di circa 0,2 gradi al massimo mentre, dicono gli esperti, l’80% dell’innalzamento delle temperature è causato dal riscladamento globale.

La Nasa, analizzando i dati preliminari diffusi dal Goddard Institute for Space Studies (GISS) di New York, ha potuto accertare che la temperatura globale ha raggiunto 1,13 gradi in più rispetto alla media del 1951-1980, che è il parametro usato dall’Agenzia statunitense per misurare il trend delle temperature.

Secondo la NAsa, si tratta della più grande anomalia termica mai registrata nei loro archivi, che supera il precedente record stabilito lo scorso mese di dicembre. La Nasa ha inoltre rilevato che, a causa del caldo di gennaio, il ghiaccio marino artico ha raggiunto il suo punto più basso, il minimo storico.

Da una distinta analisi dell’European Centre for Medium-Range Weather Forecasting emerge che anche il mese di gennaio 2016 ha stabilito un record di un’anomalia calda del globo, 0,72 gradi Celsius al di sopra della media 1981-2010. Questo rianalisi, tuttavia, risale solo al 1979.

Secondo la NASA, il record di temperatura raggiunto nel mese di gennaio dipende dall’anomalo caldo che si è registrato tra le latitudini polari dell’emisfero settentrionale, in particolare da Alaska e Canada alla Groenlandia e Siberia centro-settentrionale, dove le temperature erano almeno 4 gradi Celsius (circa 7 gradi Fahrenheit) sopra la media stagionale.

Il precedente record di caldo a gennaio era stato registrato dalla NASA nel 2007, quando le temperature medie globali sono state di 0,95 gradi Celsius, o 1,71 gradi Fahrenheit, sopra la media stagionale. Quell’anno, come il 2015, è stato anche l’anno di El Niño.

Mena Cirillo
Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento

Top